MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata)

21 giugno 2021
Esami diagnostici

MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata)


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Che cos'è?


La MOC (mineralometria ossea computerizzata) è una tecnica diagnostica che si basa sul principio dell'assorbimetria fotonica: ossia, un tessuto attraversato da un fascio di raggi X, li assorbe e li ritrasmette in misura proporzionale alla densità dei suoi componenti strutturali. Le misure ottenute vengono elaborate da un computer, ottenendo così l'esatta densità del tessuto esaminato. Questa tecnica è in grado di distinguere tra tessuti molli e tessuti duri (ossa). In altri termini, laMOC misura la densità minerale dello scheletro, prevalentemente costituito da cristalli di calcio (idrossiapatite), e consente di valutare nel tempo piccole variazioni della densità minerale ossea.


Perché si fa?


La MOC è l'esame di prima scelta per la prevenzione e il controllo dell'osteoporosi e il medico curante la richiede anche in tutte le condizioni in cui si sospetta:
  • Una rarefazione dell'osso (ipodensità)
  • Una calcificazione anomala
  • Un'artrosi degenerativa della colonna
  • Una marcata scoliosi dorso-lombare
  • Una frattura spontanea vertebrale (senza trauma) in un paziente anziano
  • Una rarefazione ossea nelle giovani con amenorrea (mancanza di mestruazioni) e con disturbi della condotta alimentare (anoressia nervosa).
Esistono quattro tipi di esame MOC, a seconda del segmento che si desidera evidenziare: della colonna vertebrale, del femore, dell'avambraccio e total body (tutto lo scheletro).

In pratica

La paziente viene fatto sdraiare sul lettino densitometrico, con un apposito sostegno sotto le gambe. Al di sopra del lettino vi è un apparecchio che emette i raggi X, il cui riflesso viene trasformato in misure e in immagini dall'elaborazione del computer.

L'esame dura al massimo 20-30 minuti.

Le tecniche attuali consentono di utilizzare bassi dosaggi di radiazioni e rendono l'esame ripetibile senza pericolo quando è necessario.

Come prepararsi

L'esame è indolore, non è invasivo; dura pochi minuti e non si richiede da parte del paziente alcuna preparazione specifica, se non quella di fargli togliere prima dell'esame ogni genere di oggetto metallico (gioielli).

E dopo?

La paziente può riprendere le abituali attività subito dopo l'esecuzione dell'esame. I risultati scritti e commentati dal medico (referto) sono disponibili entro qualche giorno.

Tags:

Guide della salute:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Text neck: cos'è e come evitarlo
Scheletro e articolazioni
21 aprile 2021
Notizie e aggiornamenti
Text neck: cos'è e come evitarlo
Artrite reumatoide: diagnosi e terapia
Scheletro e articolazioni
29 marzo 2021
Sintomi
Artrite reumatoide: diagnosi e terapia
Osteoporosi, fattori di rischio, diagnosi e trattamento
Scheletro e articolazioni
25 marzo 2021
Sintomi
Osteoporosi, fattori di rischio, diagnosi e trattamento