Come convincere le persone a vaccinarsi. Il commento di Luca Pani

31 maggio 2021
Aggiornamenti e focus

Come convincere le persone a vaccinarsi. Il commento di Luca Pani


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

È molto difficile cambiare idee o comportamenti quando ci si sente in pericolo.

Tutte le conversazioni sui vaccini dovrebbero prima di tutto far sentire i vostri interlocutori a proprio agio, riconoscendo le loro preoccupazioni senza esprimere dei giudizi (il che è una buona abitudine sempre).

Piuttosto che contraddire direttamente la disinformazione, iniziate evidenziando ciò che hanno capito.

Correggete la disinformazione solo alla fine della conversazione, dopo che chi ha dei dubbi abbia avuto modo e tempo di esprimerli pienamente e vi ha dato il permesso di condividere ciò che sapete. Se volete iniziare ad essere convincenti dovete rispettare gli spazi della conversazione e dovete chiedere l'autorizzazione a raccontare le vostre conoscenze. Fatelo con la delicatezza che si deve usare quando si parla a qualcuno che ha molta paura.

Ricordate sempre che la scelta di farsi vaccinare spetta a chi si deve vaccinare e non a voi che avete già deciso e, magari, siete stati vaccinati. Il vostro compito è provare a guidare un processo decisionale individuale, ma qualsiasi tentativo di imporre un comportamento - ovvero comandando, consigliando direttamente, facendo la predica o facendo vergognare - sarà accolto con grande resistenza e non otterrà alcun risultato.

Prima che le persone ascoltino quello che avete da dire, hanno bisogno di sapere che rispettate e apprezzate il loro punto di vista. Ascoltateli sinceramente non facendo finta (tanto se ne accorgono). Un modo per farlo è quello di discutere delle loro preoccupazioni con domande curiose e aperte, mostrando di capire riassumendo verbalmente ciò che avete sentito e immedesimandovi empaticamente nelle paure.

Per essere davvero convincenti dovete coinvolgere i vostri interlocutori in un processo di scoperta attivo delle informazioni sui vaccini. Potete provare a raccontare come se fosse una storia affascinante degli aspetti interessanti delle vaccinazioni (ce ne sono tanti) ma lasciate che traggano da soli le loro conclusioni. In quel momento la mente si apre ed è disponibile ad assorbire nuove informazioni.

Piuttosto che dire loro cosa devono pensare o tantomeno fare, è meglio condividere ciò che si sa sotto forma di una narrazione che è soggetta alla loro interpretazione o attraverso un processo di domande e risposte che li aiuta a modificare il loro comportamento.

Buona fortuna.

Tags:

In evidenza:

Speciale Coronavirus:

...e inoltre su Dica33: