Schizofrenia

29 agosto 2017

Schizofrenia



Indice


Definizione


Disturbo mentale grave caratterizzato dalla perdita di contatto con la realtà, allucinazioni, deliri e alterazioni della forma del pensiero. La parole schizofrenia letteralmente significa "scissione della mente" ed è costituita da un gruppo di psicosi, con manifestazioni cliniche diverse, caratterizzate dalla destrutturazine della personalità e dalla disgregazione della struttura psichica e affettiva.

Cause


Non si conosce ancora una causa certa della schizofrenia, ma si ritiene che la malattia sia causata da una combinazione di fattori ereditari e ambientali. La familiarità, complicazioni che si sono verificate durante la gravidanza e il parto e anomalie nella funzionalità dei neurotrasmettitori (le sostanze che permettono i collegamenti fra le cellule nervose) sono fattori che possono predisporre a sviluppare la malattia. Sebbene la schizofrenia abbia probabilmente una causa biologica, i fattori psicologici (come le esperienze soggettive e il contesto familiare) possono giocare un ruolo nel suo sviluppo.

Sintomi

La gravità e la varietà dei sintomi possono essere molto variabili. I sintomi positivi della schizofrenia comprendono la dissociazione psichica (distorsione dei pensieri che si manifesta con l'uso di frasi prive di senso, scoordinate nella forma e nel contenuto), le allucinazioni (percezioni sensoriali di qualcosa che non esiste nella realtà, in genere uditive: il paziente racconta di sentire delle voci) e i deliri (convinzioni false e poco plausibili, di cui però il malato è assolutamente certo; nella maggior parte dei casi lo schizofrenico è convinto che gli altri ce l'abbiano con lui o di avere particolari poteri). I sintomi negativi sono rappresentati dall'incapacità del paziente di reagire a quelle situazioni che normalmente suscitano emozioni, con perdita di interessi ed energia fino all'isolamento sociale.

Diagnosi

La diagnosi di schizofrenia viene posta sulla base dei sintomi, a seguito di un consulto psichiatrico.

Cure

Per curare la schizofrenia si somministrano farmaci cosiddetti antipsicotici (o neurolettici), con l'obbiettivo di ridurre i sintomi e prevenire la comparsa di episodi psicotici. Gli antipsicotici agiscono influenzando le modalità con cui le informazioni vengono trasmesse tra le cellule cerebrali, bloccando i recettori per i neurotrasmettitori dopamina e serotonina. La psicoterapia viene affiancata al trattamento farmacologico, dopo che questo ha risolto la fase acuta.

Cure complementari

Non sono proponibili cure alternative per il trattamento della schizofrenia.

Alimentazione

Alcune carenze vitaminiche inducono sintomi simili a quelli della psicosi. Un'alimentazione sana e ricca di tutti i nutrienti essenziali può aiutare a mantenere la funzionalità delle cellule cerebrali.


Vedi le patologie di:

Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Disturbi dell'apprendimento, dieci punti per capire
Mente e cervello
19 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Disturbi dell'apprendimento, dieci punti per capire
Sindrome di Asperger: graphic novel sulla vita quotidiana di una ragazza
Mente e cervello
16 settembre 2018
Libri e pubblicazioni
Sindrome di Asperger: graphic novel sulla vita quotidiana di una ragazza
I ragazzi balbuzienti sono più a rischio di bullismo
Mente e cervello
13 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
I ragazzi balbuzienti sono più a rischio di bullismo
L'esperto risponde