LEISHMANIOSI CUTANEA

20 febbraio 2020
Lettera L

LEISHMANIOSI CUTANEA


Definizione di LEISHMANIOSI CUTANEA


Malattia infettiva causata da un protozoo (Leishmania tropica) che ha il proprio habitat in cani e roditori ed è trasmesso all'uomo da un flebotomo (Phlebotomus pappatasii). La trasmissione umana è possibile attraverso il contatto diretto di escoriazioni della cute con le lesioni del malato. L'epidemiologia dipende dalla diffusione del flebotoma (coste del Mediterraneo e del Mar Caspio, Medio Oriente, India, Africa Orientale e Centrale). Dopo un periodo di incubazione di 2-8 settimane, nel punto della puntura del flebotoma si ha un eritema seguito da una papula e poi da un nodulo che si ricopre di squame bianche; può quindi formarsi un'ulcera che persiste per diversi mesi e guarire lasciando una cicatrice escavata. La terapia è a base di preparati di antimonio pentavalenti o di pentamidina. Sin.: bottone di Aleppo, bottone di Biskra, bottone di Oriente, malattia di Alibert, malattia di Borovskii, bottoni di Zibans.


Dizionario medico:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube