Calcoli alla cistifellea fegato grasso

28 marzo 2008

Calcoli alla cistifellea fegato grasso




25 marzo 2008

Calcoli alla cistifellea fegato grasso

gentile dottore, ho 32 anni, mi hanno trovato la colecisti totalmente piena di calcoli, ho letto le cause che potrebbero avermeli fatti produrre nella vostra informativa, ora:ho avuto ben 4 coliche che mi han portato al pronto soccorso almeno 2 volte, mi han dato cure x l'ernia iatale che ho saputo di avere, dopo aver fatto il bario, (lastra)xchè non son riuscita a fare la gastroscopia, mi chiedo:mai possibile che non mi abbiano fatto una ecografia addominale vedendo che avevo sempre le coliche. . . Ho deciso di farmela fare io xchè avevo sempre male alla parte del fegato, ma poi sentendo da svariate fonti che il fegato non fa male e io essendo profana, ma testarda (ahimè se rinasco studio medicina!)ho verificato di avere il fegato grasso, ma era intuibile visto che sono tutta grassa, in seguito a cure antidepressive anche sbagliate, in più questi calcoli alla colecisti, le mie domande sono:se dovrò fare l'operazione devo calare di peso?è possibile fare l'intervento in anestesia parziale xchè ho il terrore di non svegliarmi più, morire in questo modo, x carità, preferirei un'altra depressione. . . Il mio medico mi ha consigliato di bere il succo di 1 limone al dì, mi ha dato il ribes fitoterapico e un drenante solidago lif faccio bene ad aprire la capsula del ribes che sennò non riesco a mandare giù?bevo anche cardo mariano x depurare il fegato, ogni tanto ho la tachicardia è collegato ai calcoli o è la mia smisurata ansia e stress?devo fare la visita dal chirurgo e dal gastroenterologo poi col mio medico decideremo il da farsi, son terrorizzata al pensiero della totale anestesia, ci manca pure che mi lascino i ferri dentro e finalmente ho terminato i miei problemi. . . Scusi lo sfogo ma credo proprio di non essere stata curata adeguatamente sia con la depressione, dove mi pare mi abbiano usata come cavia o ero il prodotto di quell'effetto collaterale che ad altri miliardi di pazienti non è successo, sia endocrinologicamente con la pillola anticoncezionale che può aver influito coi calcoli, sia al pronto soccorso dove non hanno fatto i dovuti accertamenti, ho riscontrato che a pagamento seguono di più, ma non dovrebbe essere così, non scegliete quella professione allora. . . Non ci si può sentir dire che la medicina va avanti x esperimenti o quantomeno te lo devono dire se te li fanno xchè so che almeno(squallida consolazione)ti pagano. . . non creda che non ho ridato fiducia a chi mi aveva curato male non sono ancora a quel livello di acidità(nonostante il limone al giorno) xchè in fondo credo che nel male si celi anche il bene, ma ci deve essere la trasparenza nelle cose soprattutto quando si parla della cosa più meravigliosa che c'è:la VITA!scusi ancora, grazie e buon lavoro!

Risposta del 27 marzo 2008

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La sua lettera rivela un forte stato ansioso-depressivo, ma nessuno meglio del suo medico di famiglia (che la conosce) può curare questa situazione. Per quanto riguarda i calcili della colecisti, non vi è dubbio che, avendo già avuto diverse coliche, l'unica soluzione è l'intervanto chirurgico. Non deve preoccuparsi per l'anestesia: le moderne anestesie sono praticamente prive di rischi e l'intervento in video-laparoscopia è di durata breve e non vi è alcun rischio di "lasciare dentro i ferri". Certamente, si può eseguire anche nelle persone in sovrappeso. Per quanto riguarda la mia esperienza personale al pronto soccorso, mi permetto di negare che i pazienti paganti vengono trattati meglio. Per i medici, i pazienti sono tutti uguali e si deve sempre spiegare loro tutto quello che si intende fare. Molti auguri.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Risposta del 28 marzo 2008

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO FANTIN


Se i calcoli sono sintomatici (e dalle coliche mi sembra di si) è indicato l'intervento di colecistectomia. Prima dell'intervento si consiglia di ridurre il peso corporeo, sentirei però il chirurgo di quanto, e non è possibile effettuarlo in locale.
cordiali saluti

Dott. Alberto Fantin
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa