Dubbio

15 dicembre 2006

Dubbio




11 dicembre 2006

Dubbio

in che modo correre, la corsa possono favorire o aggravere vene e capillari?

Risposta del 14 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. LUCIO PISCITELLI


La corsa, se non praticata a livello agonistico, rientra in realtà tra quei tipi di esercizio a cui viene incoraggiato chi soffre di insufficienza venosa. Si tratta ovviamente di valutare il tipo di manifestazioni cliniche (non la consiglierei a chi ha varici molto estese o peggio una patologia del circolo venoso profondo). Si tratta inoltre si dosare l'intensità dell'esercizio evitando corsa "a strappi" o in salita. Meglio indossare la calza elastica durante l'esercizio. Ovviamente è impossibile dare un consiglio specifico a distanza.

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)

Risposta del 15 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO FONTI


L'attività fisica è uno dei cardini della terapia alla malattia delle vene; il camminare fà bene ed il correre egualmente non danneggia le vene. Ciò è dovuto al fatto che lo scarico delle vene avviene mediante la duplice attività di contrazione e rilasciamento dei nostri muscoli. Ciò che può recare danno alle vene, se queste risultano già varicose, sono le attività sportive ove ci sono brusche e violente accelerazioni come il tennis lo step esacerato.
Per quanto riguardo il come correre, è buona norma non percorrere terreni accidentati (ciò per salvaguardare meglio le articolazioni specie del ginocchio) ed usare calzature appropiate con un tacco di qualche centimetro, 2-3 cm.
Sperando di averLe dato una soddisfacente risposta Le porgo i miei saluti con l'Augurio di Buone Feste

Dott. massimo fonti
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia toracica
OSIMO (AN)

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa