È così inevitabile la mastectomia?

02 febbraio 2013

È così inevitabile la mastectomia?




28 gennaio 2013

È così inevitabile la mastectomia?

Buongiorno a chi vorrà rispondermi in maniera chiara e solerte. Sono un po' preoccupata per mia sorella e so che entro giovedì dovrà prendere una decisione. Mia sorella è stata operata per un carcinoma di 1, 6cm scarsamente differenziato, alquanto aggressivo, ci hanno detto. Qui nella nostra città in un ospedale di eccellenza, ancora prima di operarla le sono stati fatti diversi esami tra cui la RMN con liquido di contrasto. Esame firmato a 4 mani e non è poco. Dall'esame ne è venuto fuori questo carcinoma vascolarizzato assolutamente da togliere. Orbene! il responsabile con il suo seguito nel consegnare il referto ci ha detto:"Lo tolga il prima possibile, e nella sfortuna sia contenta che di carcinoma ce ne è uno soltanto". Infatti sapevamo che la RMN ad esempio negli USA ha sostituito la mammografia, con i pro e i contro.
A mia sorella hanno fatto una quadrantectomia, premesso che mia sorella ha un seno molto importante, una 5 misura. Infatti eravamo felici che i seni dopo l'intervento non fossero disuguali. L'esame istologico con positivita di 2 linfonodi su 19, ci ha dato una bastonata in pancia. Non riferirò tutte le parole dell'esame, ma si parla di micro ka c2 e c3 ai margini e sotto l'areola del capezzolo. L'esame istologico non dà referto come ka duttale multifocale, assolutamente no, lo definisce ka duttale scarsamente differenziato G3 ecc. Ecc. non responsivo agli ormoni. PUNTO.
Ecco che l'oncologo e il senologo ci hanno incontrato per dire che l'unica cosa da fare è la mastectomia, poi dato che i seni "si chiamano", dovrà pensare anche all'altra mammella. Insomma pare sia un ka multifocale.
Mia sorella non vuole sottoporsi a mastectomia nemmeno sotto tortura. E' una donna di 49 anni non una ragazzina incosciente. Il marito non riesce a farle cambiare idea e io neanche. E' intenzionata a trovare qualcuno che non le faccia la mastectomia. Io sono seriamente preoccupata, anche perchè non so quali sono i guai che possono succedere se rinuncia ll'intervent

Risposta del 01 febbraio 2013

Risposta a cura di:
Dott. ISACCO FALCO


purtroppo non è chiaro da cià che ha scritto se neoplasia è multifocale o meno solo se multifocale indicata mastectomia e in ogni casi dovrà eseguire terapia medica adiuvante

Dott. Isacco Falco
Medico Ospedaliero
Specialista in Oncologia
Bassano del Grappa (VI)
Risposta del 02 febbraio 2013

Risposta a cura di:
Prof. GIORGIO MUSTACCHI


Buongiorno,

mi spiace molto ma i Colleghi hanno ragione. Con il tipo di tumore descritto la mastectomia è l'intervento corretto. L'alternativa è una mastectomia con ricostruzione fatta in collaborazione tra chirurgi generale e chirurgo plastico. La ricostruzione ha quasi sempre un ottimo risultato estetico.

Visto il tipo di tumore, piuttosto pericoloso, dovrà assolutamente fare un chemioterapia preventiva. Srgadevole ma importante perchè riduce circa della metà il rischi che il tumore possa ritornare fra qualche anno.

Per l'altro seno c'è tempo per ragionarci su.

Ora deve rioperarsi. Non rischiare la vita per salvare il seno.

Molti auguri

Dott. Giorgio Mustacchi
Universitario
Specialista in Oncologia
Specialista in Chirurgia generale

Ultime risposte di Tumori

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa