Ecografia addome ed epatopatia

03 maggio 2015

Ecografia addome ed epatopatia


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


28 aprile 2015

Ecografia addome ed epatopatia

Salve, in seguito ad alcuni " fastidi" nella zona del plesso solare, ho effettuato analisi del sangue che non hanno rilevato nulla di anomalo ed una radiografia completa dell'addome di cui vorrei avere un parere.

Il fegato ha dimensioni ai limiti superiori della norma e presente un'ecostruttura disomogenea, iperecogena in possibile accordo con un quadro di iniziale epatopatia cronica ad impronta steatosica.
La colecisti ha volume normale e presenta pareti ispessite.
A livello fundico è presente una piccola formazione iperecogena adesa alle pareti del diametro di circa 4 mm più verosimilmente riferibile ad adenomioma.
Sono presenti nel lume della colecisti micro spots iperecogeni di possibile natura prelitiasica.
Entrambi i reni hanno normale morfologia e struttura.
E'presente un sovraccarico idrico di entrambi i sistemi escretori renali con calibro del bacinetto renale di destra di 15 mm e di sinistra di 13 mm.
Sono presenti in entrambi i reni micro-spots iperecogeni di possibile natura prelitiasica.
La vescica si distende bene ed ha profilo regolare.
Le pareti sono ispessite in verosimile accordo con un quadro di ipertrofia della tonaca media ma non si rilevano vegetazioni anomale endoluminali.
La prostata ha dimensioni nei limiti con diametri T massimi di 36 x 20 x 25 mm
E'presente un lobo medio ipoecogeno del diametro di 11 mm
Si rilevano minime disomogeneità strutturali a livello parenchimale.
Il residuo post-minzionale è abbondante ed è valutabile in circa 328cm³

Risposta del 03 maggio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La steatosi epatica, anche se iniziale, alla sua età richiede degli approfondimenti sulla situazione epatica. Non so se tra gli esami del sangue che ha eseguito figurano tutti quelli relativi al fegato. La situazione ella cistifellea richiede un tentativo di cura per almeno sei mesi con un preparato che si chiama acido ursodesossicolico, che deve essere prescritto dal suo medico. La situazione renale richiede un parere da parte dello specialista nefrologo e/o dell' urologo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
Fegato
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Fegato
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato