Elaborazione lutto

28 gennaio 2014

Elaborazione lutto




26 dicembre 2013

Elaborazione lutto

buongiorno, 4 mesi fa ho perso una persona cara di famiglia mio fratello, i primi due mesi sono stati terribili confusi ero su un altro pianeta assente in tutte le cose. il medico mi ha prescritto en la sera prima di dormire e trittico 25mmg per 15 giorni, ho passato un mese con alti e bassi ma stavo benino. ho pensato: sto già elaborando il lutto certo la tristezza è sempre presente ma ero fiduciosa nel superare o affrontare con meno angoscia il lutto. da una settimana forse con l'arrivo delle feste natalizie, la situazione e precipitata non solo io ma tutti i componenti della mia famiglia (sorelle e genitori) mi ritrovo al punto di partenza come il giorno del funerale il dolore per la sua perdita è ritornato più devastante e questa volta non so come affrontarlo. sicuramente ho bisogno di un aiuto da uno specialista spero possiate darmi qualche consiglio. vi ringrazio anticipamente per l'eventuale risposta cari saluti. laura

Risposta del 28 gennaio 2014

Risposta a cura di:
Dott. QUIRINO EMILIO QUISI


effettivamente, per elaborare meglio, il lutto occorre seguire un percorso con uno psicologo esperto e di sua fiducia. Per quanto riguarda i farmaci, io personalmente avrei proseguito oltre i quindici giorni, operando una dismissione progressiva degli stessi ad esito raggiunto e superato.

Dott. QUIRINO EMILIO QUISI
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Psichiatria
Busto Arsizio (VA)


Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello
Mente e cervello
24 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello