Eruttazioni continue

23 novembre 2012

Eruttazioni continue




19 novembre 2012

Eruttazioni continue

salve dottore mi chiamo luca ho 28 anni da metà settembre ad oggi ho i seguenti sintomi ma sempre piu in peggioramento; eruttazioni di continuo anche appena sveglio a stomaco vuoto, nausea, tosse secca, difficoltà a deglutire, sazietà precoce, risalita di saliva in bocca, bruciore e dolore alla bocca dello stomaco che mi calma dopo l'eruttazione, bruciore al torace, dolore alle spalle e costole dx e sx, acidità dopo aver bevuto anche un bicchiere d'acqua, bocca amara, e ogni tanto difficolta alla respirazione come se mi mancasse l'aria e confusione allo stomaco dopo i pasti. Ho fatto la seguente cura; gastroloc 40 mg 1 la mattina, esoxx one bustine 3 al giorno dopo colazione pranzo e cena per 15 gg, sintomi scomparsi bruciore al torace e acidità cosi sn tornato dal medico e mi ha dato per altri 15 giorni gastroloc 1 la mattina e debridat 1 prima di pranzo e cena risultato della cura nessuno anzi mi e tornata l'acidità. adesso io vorrei capire se i miei sono sintomi di ansia oppure di gastrite? visto che il medico non insiste per farmi una gastroscopia. Da permettere che seguo una dieta data sempre dallo stesso medico, Poi ho fatto i seguenti esami di sangue GLICEMIA, CREATININA, COLESTEROLO TOTALE, TRICLICERIDI, EMOCROMO 20 PARAMETRI, tutto ok, tranne GOT AST 67. 2 U/L GPT ALT 82. 2 U/L che di norma dovrebbero essere 0. 0 - 37. 0 / 0. 0 - 41. 0 gli esami sn stati fatti circa 10 gg fa. Adesso dottore vorrei capire cosa dovrei fare e sopratutto cosa potrebbe essere la causa dei miei sintomi. un caloroso saluto grazie.

Risposta del 23 novembre 2012

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La causa dei suoi disturbi si basa su una non perfetta motilità (la peristalsi) del suo t) ratto digestivo superiore (stomaco e duodeno ), che provocano, sia la difficoltà digestiva, sia il reflusso con conseguente acidità e bruciore. Questa si cura bene con l'uso dei farmaci chiamati inibitori di pompa e e quelli chiamati procinetici. Per quanto riguarda il fegato, deve approfondire gli esami con i " markers " delle epatiti e con una ecografia epatica.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa