Salmonellosi

29 agosto 2017

Salmonellosi



Indice


Definizione


Malattie gastrointestinali causate da batteri appartenenti al genere Salmonella (esclusa la Salmonella typhi, che provoca il tifo). Esistono oltre duemila specie di Salmonella in grado di colonizzare il tratto intestinale dell'uomo o degli animali (mammiferi, rettili, uccelli e insetti). Alcune di queste sono a circolazione esclusivamente umana, mentre altre hanno uno spettro di ospiti più largo, includente numerose specie animali oltre all'uomo.

Cause


Il contagio avviene prevalentemente mediante l'ingestione di alimenti contaminati (specialmente uova crude o derivati, insaccati di suino, latte crudo e frutti di mare) o mediante il contatto diretto con i portatori, umani o animali. Qualsiasi alimento manipolato da persone infette (che potrebbero anche non manifestare sintomatologia clinica cioè portatori sani) con scarsa attenzione all'igiene personale può rappresentare fonte di infezione. Sono particolarmente a rischio i neonati e i bambini piccoli, gli anziani, gli ammalati e i soggetti immunodepressi.

Sintomi

La salmonellosi si manifesta come una gastroenterite acuta, con diarrea (generalmente senza muco o sangue), vomito, febbre e dolori addominali. La malattia ha solitamente un decorso benigno e regredisce spontaneamente entro dieci giorni. Un decorso più grave si può avere nei neonati.

Diagnosi

La diagnosi si basa sugli esami del sangue (in particolare sulla coltura ematica che rileva la presenza del bacillo dopo una settimana dall'infezione), sull'esame colturale delle feci (positivo dopo due settimane) e sulla presenza di anticorpi specifici contro la salmonella nel sangue (che si sviluppano a distanza di circa 10 giorni dalla comparsa dei sintomi).

Cure

Nella maggior parte dei casi è sufficiente intraprendere una terapia di supporto: somministrare farmaci antidiarroici, soluzioni reidratanti e probiotici (supplementi alimentari con microrganismi vivi). La terapia antibiotica è riservata ai casi complicati e ai soggetti a rischio. Al momento non è disponibile un vaccino, dato il grandissimo numero di sierotipi diversi di Salmonella.

Cure complementari

L'unghia di gatto aiuta a ridurre l'infezione e l'infiammazione. L'infuso di zenzero aiuta a contrastare la nausea e a ripulire il tratto digerente. Consigliati anche rimedi omeopatici.

Alimentazione

La misura più importante consiste nel bere un'adeguata quantità di liquidi, anche sotto forma di soluzioni reidratanti, per reintegrare anche i sali e gli zuccheri persi con la diarrea. Da evitare invece bevande gassate, tè, caffè e succhi di frutta. Con la riduzione dei sintomi, possono essere reintrodotti nella dieta cibi semplici, come cereali cotti, banane, riso e frutta cotta.


Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie



Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Le noci aiutano il microbiota
Alimentazione
11 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Le noci aiutano il microbiota
Diarrea del viaggiatore, che fare
Alimentazione
10 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Diarrea del viaggiatore, che fare
Barchette di basilico con pomodoro e mozzarella
Alimentazione
08 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Barchette di basilico con pomodoro e mozzarella
L'esperto risponde