Glicemia alta

12 aprile 2012

Glicemia alta




09 marzo 2012

Glicemia alta

Buonasera,

Sono una ragazza di 24 anni, svolgo un lavoro sedentario per circa 9 ore al giorno. Mio padre e diabetico (scoperto verso i 40 anni) così come lo era il mio nonno paterno.
Domenica, dopo aver mangiato due fette di torta, ho provato la glicemia con la macchinetta di mio padre, ed è risultato 269. Dopo un paio di ore ho riprovato la glicemia ed era ancora a 233.

Lunedì pomeriggio, a digiuno dalla sera prima, la glicemia era 105; mercoledì, da esami in laboratorio, era 133, e l'emoglobina glicata 7. 1% (range 4, 3% - 6, 0%). Giovedì mattina, a digiuno, 151, dopo due ore dal pranzo 203 e dopo altre 3 ore 92.

Soffro di orticaria da freddo, l'allergologo mi ha detto di fare una dieta povera di istamina e di ridurre l'apporto di cibi fermentanti. Anni fa (nel 2006) avevo fatto degli esami per verificare una possibile celiachia e le IgA erano risultate troppo basse (79, range 85-410) e le IgM al limite (41, range 40-240), mentre l Anti-transglutamminasi umana IgA erano risultate negative. Il medico mi aveva consigliato di fare una EGDscopia con biopsie duodenali che non ho mai fatto.

E' possibile che una celiachia mai diagnosticata porti il livello di glucosio alto nel sangue? Il mio medico curante vuole darmi il Glucophage 500 Mg, mentre un altro medico mi ha detto che probabilmente non si tratta di diabete ma di pancreas affaticato, correggibile con una dieta. E' comunque da domenica che non mangio dolci (a parte uno snck dolce post prelievo per giramenti di testa) o cibi che contengono zuccheri aggiunti, né mangio pasta, pizza o frutti particolarmente dolci.

Scusandomi per la descrizione confusa che ho riportato, spero di ottenere una risposta che mi aiuti a capire cosa mi sta succedendo.

Grazie Mille

Cordiali Saluti

Risposta del 08 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA GRAZIA FERRARI


Cerchiamo di mettere un po’ d’ordine nella sua domanda. Intanto sicuramente lei ha una importante predisposizione al Diabete di tipo 2 legata alla sua familiarità. Presenta un ulteriore fattore di rischio dato dal sovrappeso. Gli elevati valori della glicemia post-prandiale e di glicata orientano già verso un Diabete. Data la frequente associazione fra le patologie allergiche e la Celiachia sicuramente sarà da rifare il punto sulla situazione anche perché in caso di deficit di IgA bisogna dosare gli antitransglutaminasi IgG e non IgA (se disponibili presso il laboratorio ancora meglio gli anti gliadina deamidata IgG). Non so che cosa si volesse intendere per “pancreas affaticato” ma in ogni caso condivido il fatto di non intervenire farmacologicamente se non dopo aver rivaluto il quadro una volta riportato il peso entro i valori di normalità. Non vedo assolutamente il motivo per cui debba sottoporsi ad una dieta così sbilanciata. Per il Diabete può tranquillamente mangiare di tutto semplicemente riducendo le quantità ed incrementando l’attività fisica. Sulla possibile Celiachia è indispensabile fare chiarezza ridosando immunoglobuline, Ab antipeptidi deamidati di gliadina (DGP-AGA IgG). Nel caso in cui risultino alterati sarà sicuramente da procedere con EGDS. A distanza di alcuni mesi dall’inizio della dieta ricontrolli l’HbA1c e il peptide C. Spero di essere stata esaustiva.

Dott. Ssa Maria Grazia Ferrari
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Specialista in Medicina interna
Bologna (BO)
Risposta del 12 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Pur condividendo quanto esposto dalla Collega, riterrei opportuno dosare il profilo lipidico completo e l'uricemia. Inoltre sono favorevole alla terapia con metformina, sia per normalizzare il compenso metabolico, sia per facilitare il raggiungimento del normo peso (e/o per evitare un ulteriore aumento ponderale). Al medico curante la valutazione delle proposte. Buona serata.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Desio (MB)

Ultime risposte di Diabete tiroide e ghiandole

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa