Glomulonefrite proliferativa diffusa mesangiale e focale

02 febbraio 2015

Glomulonefrite proliferativa diffusa mesangiale e focale




26 gennaio 2015

Glomulonefrite proliferativa diffusa mesangiale e focale

Gentile dootore,

sono un uomo di quasi 44 aani sano fino all'anno 2013 quando ho avuto, si pensa, un primo caso di nefhrite non diagnosticata a dovere. lo scoso luglio 2014 per routine faccio I prelievi come ogni anno ed ho scoperto creatinina 2. 5.
Subito sono stato ricoverato al reparto di nefrologia di Catania dove mi sono sottoposto alla biobsia del rene di cui sopra ho riportato l'esito. Da ottobre 2014 ho preso delcortene 25mg (al giorno) per un mese e mezzo da dicembre 50mg. Adesso la creatinina e' 2. 11 e la proteinuria 2. 4. Adesso la nefrologa mi sta facendo scalare il cortisone fino a fermarvi a febbraio smettere.
La mia domanda e' crede anche lei che sono destinato a tenere la creatinina a circa 2, o ci sono alter cure che non sto facendo.
Grazie
Alfredo
La mia

Risposta del 01 febbraio 2015

Risposta a cura di:
Dott. NICOLA GIOTTA


La terapia nel suo caso deve avere due scopi:da una parte ridurre l'infiammazione renale, dalla'altra curare gli effetti della riduzione della funzione renale che la prima ha comportato. Quindi la terapia immunomodulante, tra cui il cortisone, innanzitutto, cui all'occorrenza va associata una terapia 'nefroprotettiva', farmaci cioè che possano ridurre la sua proteinuria e tenere sotto controllo la pressione arteriosa. Lo stile di vita deve essere sano, evitare gli alcoolici, evitare i farmaci nefrotossici, all'occorrenza avviare una dietaad apporto proteico controllato per limitare l'eventuale peggioramento della funzione renale. Ad oggi i suoi reni sembrano avere una clearance di 40 ml/m'
Chieda con fiducia alla sua nefrologa.
Saluti

Dott. Nicola Giotta
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Asti (AT)
Risposta del 02 febbraio 2015

Risposta a cura di:
Dott. MARCO LEONI


con questi valori di creatinina, per questo tipo di nefropatia lo steroide ( cortisone) è l'unica cura attuabile dotata di efficacia e non tossica per i reni. Ovviamente è importante controllare e tenere a target la pressione arteriosa, ed una dieta equilibrata

Dott. marco leoni
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Albano Laziale (RM)

Ultime risposte di Rene e vie urinarie




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube