Gonfiore e dolori addominali dopo defecazione

02 gennaio 2017

Gonfiore e dolori addominali dopo defecazione




30 dicembre 2016

Gonfiore e dolori addominali dopo defecazione

Gentili dottori, sono di nuovo qui per aggiornarvi in merito alla mia situazione ed avere suggerimenti su come procedere. Dall’ ultima volta che vi ho scritto, in cui la mia situazione era piuttosto deprimente e con molti fastidi/ disagi, ora le cose sono migliorate ma non del tutto. Vengo ai miei fastidi. Dopo la visita dal gastroenterologo ho fatto una serie di esami e una cura con lexil e fermenti lattici in seguito alla quale ho visto dei miglioramenti. Ora la situazione si è normalizzata per cui vado nel bagno un giorno si e uno no come prima e con feci formate di consistenza normale. Il mio problema sorge subito dopo l’ evacuazione, mi sento sempre aria nella pancia e senso di gonfiore ed un fastidio addominale che mi passa dopo 2- 3 ore circa. Spesso avverto la sensazione di dover fare l’ aria e anche se riesco a canalizzare la situazione non si risolve di molto. Il fastidio si concentra all’ altezza dell’ ombelico e altre volte nel fianco sinistro quasi come se mi prendesse anche la gamba. E’ una sensazione strana perché non posso parlare di vero e proprio dolore ma mi sento la pancia sotto sopra. Per renderle meglio l’ idea è come se avvertissi che l’ intestino è ancora in azione e non si è messo a riposo.
Sto facendo attenzione con l’ alimentazione ma questo disagio dopo la defecazione oltre a preoccuparmi mi procura molto fastidio. I risultati degli esami fatti sono: ecografia addome ok, ab antiendomisio Iga: negativo; antitransglutaminasi Iga: 1. 6; coprocultura: negativo; parassitologico: negativo su tre campioni; sangue occulto negativo su tre campioni; calprotectina fecale: 8. 5. La settimana prossima ho di nuovo il controllo ma in attesa volevo qualche parere anche da voi e capire se è opportuno fare ulteriori esami e cosa posso prendere per ridurre questo fastidio. Grazie. Cordiali saluti.

Risposta del 02 gennaio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sembra di capire che il problema consista in una non completa evacuazione. Come se rimanesse ancora una piccola quantità di feci non emesse, con relativa aria. Non credo che abbia bisogno di ulteriori esami. Non so se assume delle fibre: se è no, lo faccia. Io preferisco quelle a base di psyllium, sempre con molta acqua.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube