Helicobacter pylori

07 febbraio 2003

Helicobacter pylori




Domanda del 30 gennaio 2003

Helicobacter pylori


ho avuto per un certo periodo sulla lingua come una sensazione di succhiare un pezzo di ferro, sono stato dal mio medico che mi ha prscritto gli esami del sangue ed una verifica di virus eventuali. L'esito è stato negativo per tutto quello che concerne i valori nel sangue, mentre per l'helicobacter pylori il valore è stato di 201. Chiamato il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi ed eventualmente per potermi prescrivere l'antibiotico corretto era meglio effettuare una gastroscopia.
Vorrei capire se questo battere una volta debellato può comunque lasciare strascichi nel mio stomaco ed eventualmente se non preso in tempo che cosa può potare. Grazie mille per la vostra risposta.
Renato


Risposta del 07 febbraio 2003

Risposta di ANTONIO MARRAFFA


L'eradicazione dell'helicobacter prevede come prima cosa l'accertamento della sua esistenza tramite breath test o tramite gastroscopia con biopsia.Una volta scoperto ,l'eradicazione non garantisce l'immunità per tutta la vita,in quanto il batterio potrebbe ricolonizzare lo stomaco.Detto questo,dopo la terapia eradicante non dovrebbero esservi strascichi a meno che non vi sia una patologia funzionale concomitante.La permanenza nello stomaco del batterio porta con una certa probabilità la comparsa di lesioni della mucosa gastrica,che a sua volta determinano con una certa frequenza Ulcera peptica.

Dott. ANTONIO MARRAFFA
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata



Il profilo di ANTONIO MARRAFFA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Le noci aiutano il microbiota
Stomaco e intestino
11 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Le noci aiutano il microbiota
Diarrea del viaggiatore, che fare
Stomaco e intestino
10 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Diarrea del viaggiatore, che fare
Celiachia
Stomaco e intestino
16 luglio 2018
Patologie
Celiachia