Insufficienza renale

08 gennaio 2014

Insufficienza renale


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


19 dicembre 2013

Insufficienza renale

buona sera dottore, sono una ragazza di 25 anni che ha scoperto da poco di avere questa patologia: insufficienza renale e mi hanno sottoposto all’ intervento per la dialisi peritoneale, ne faccio 8 ore al giorno da meno di un mese ma ho ancora le caviglie gonfissime e anche la gola, non mi sento assolutamente bene, ho dolore addominale, nausea, sapore di ammoniaca sempre in bocca, spossatezza, dolore agli arti e ossa sembra che il mio stato peggiori di giorno in giorno nonostante io stia seguendo il trattamento farmacologico che mi hanno dato al Columbus. Il mio problema non è solo questo. . ho anche una malattia o genetica o autoimmunitaria e ho fatto fare vari controlli ma stanno ancora studiando la mia situazione poiché ho delle macchie in testa che all’ inizio sembrerebbero (ma non sicuramente) una leucodistrofia metacromatica; hanno provato a farmi la puntura al midollo spinale ma non ci sono riusciti perché hanno sbagliato l’ inserimento. Ora sono provata, impaurita e non voglio assolutamente rifarla so che la mia vita è in pericolo e non credo in quella puntura. Sono molto giù psicologicamente ho bisogno di credere in qualcosa mi dia un consiglio che possa farmi tornare la voglia di vivere, la ringrazio sentitamente.

Risposta del 08 gennaio 2014

Risposta a cura di:
Dott. FRANCO PERRONE


I sintomi da Lei descritti, nonostante è in trattamento dialitico peritoneale, sembrerebbero attribuibili a scarsa depurazione (sottodialisi ). I sanitari che la seguono sicuramente staranno controllando tutti i parametri metabolici relativi alla condizione di uremia per eventualmente modificare le modalità di peritoneodialisi o passarla al trattamento emodialitico.
Per quanto riguarda la diagnosi causale chiedo se non le abbiano eseguito una biopsia renale. Se questo non è stato possibile a causa del ridotto spessore corticale dei reni penso stiano eseguendo indagini in campo genetico e/o autoimmunitario per arrivare alla diagnosi e poter trattare eventuali agenti causali (anche in prospettiva di inserimento in lista di trapianto renale ).
Saluti

Dott. Franco Perrone
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Manduria (TA)

Ultime risposte di Rene e vie urinarie

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Petroselinum, il prezzemolo e le sue molteplici proprietà
Rene e vie urinarie
02 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Petroselinum, il prezzemolo e le sue molteplici proprietà
Una dieta adeguata previene la formazione di calcoli renali
Rene e vie urinarie
10 marzo 2021
Notizie e aggiornamenti
Una dieta adeguata previene la formazione di calcoli renali
La nefrolitiasi (o calcolosi renale)
Rene e vie urinarie
22 febbraio 2021
Sintomi
La nefrolitiasi (o calcolosi renale)