Meningite

11 febbraio 2005

Meningite




Domanda del 02 febbraio 2005

Meningite


Ho sentito spesso parlare di casi di Meningite anche recentemente specie nel nord Italia ( noi viviamo a Genova e so che anche in Liguria ci sono stati casi di Meningite ) , avendo due figli rispettivamente di 12 e 15 anni, mi sono preoccupata e vorrei esporre a Lei alcune domande su questo argomento:
1) E' consigliabile sottoporre i miei figli alla vaccinazione?
( sono due ragazzi sani e senza patologie)
2) Quanto tempo dura la copertura?
3) E' necessario fare un richiamo?
Se sì, dopo quanto tempo e per quante volte?
4) Può avere effetti collaterali?
5) Il vaccino si può trovare già nelle farmacie oppure bisogna recarsi alla ASL?
6) E' a pagamento?
Grazie
Delli Rocciol Renata

P.S. I dati che mi chiede più avanti sono miei, ma in questo caso non sono importanti perchè non sono io la diretta interessata.




Risposta del 11 febbraio 2005

Risposta di:
Dott. MARCO POZZI


Gentile Signora,
si discute molto ultimamente sulla vaccinazione anti-meningococcica, specie in campo pediatrico. Il problema è tuttora aperto e controverso e la problematica è diversa da Regione a Regione, sia dal punto di vista epidemiologico che regolamentare (nel senso che nelle diverse Regioni esistono differenti normative riguardo al contributo alla spesa per la vaccinazione).
Innazitutto bisogna precisare che il vaccino attualmente dispobile offre una copertura solo per un ceppo di meningococco (il ceppo C), che non è il ceppo più diffuso in Italia (una maggior diffusione nel nord-est) e pertanto una vaccinazione antimeningococcica non mette al riparo da una Meningite causata da ceppi di meningococco non C. La diffusione di tale malattia è fortunatamente bassa e pertanto non risultano attualmente evidenti rapporti costo/beneficio per una vaccinazione di massa: solo alcune categorie di soggetti possono attualmente usufruire pertanto della vaccinazione gratuita (con differenze regionali). Non si hanno dati certi riguardo alla durata della copertura e pertanto sulla necessità/opportunità di richiami. Non ci sono grossi effetti collaterali.
Riguardo alle due ultime sue domande le dico che non conosco la normativa ligure e non posso fornirle una risposta esauriente. Le consiglio di rivolgersi alla sua ASL che le potrà dare informazioni a riguardo.
Se vuole avere informazioni più dettagliate, le consiglio di leggersi l'articolo scritto dalla Dott.ssa Santini dall'Igiene Pubblica di Firenze che fornisce dei dati interessanti riguardo a tale patologia.
Spero di essere stato sufficientemente esauriente

Dott. Marco Pozzi
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Malattie infettive
Medico Ospedaliero
FIRENZE (FI)

Risposta del 11 febbraio 2005

Risposta di:
Dott. MARCO POZZI


dimenticavo il link, mi scusi
http://www.asf.toscana.it/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=501&page=1


Dott. Marco Pozzi
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Malattie infettive
Medico Ospedaliero
FIRENZE (FI)

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Potrebbe interessarti