Metaplasia gastrica

22 aprile 2019

Metaplasia gastrica





18 aprile 2019

Metaplasia gastrica

In data 28/01/2019 ho effettuato la gastroscopia le invio il referto:
GASTROSCOPIA:
L’esofago presenta in sede precardiale, alcune digitazioni di colorito rosa salmone, delle quali la maggiore misura di 2cm di lunghezza: si eseguono biopsie
Si rileva ernia iatale da scivolamento
Lo stomaco è rivestito da mucosa lievemente iperemica
Il pirolo è normale
Il bulbo e il secondo duodeno sono normali

CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE:
Probabile metaplasia colonnare dell’esofago precardiale (ISTOLOGIA)
Iperemia gastrica

In seguito le comunico il risultato del referto istologico:

COMUNICAZIONE ESAME ISTOLOGICO
materiale inviato: biopsia - esofago terzo inferiore
Macro
3 frammenti su carta
DIAGNOSI:
Frustoli (2) di mucosa esofagea con iperplasia papillare e acantosi dell’epitelio comprendenti aree di mucosa di tipo gastrico cardiale con spiccata infiltrazione flogistica linfoplasmacellulare della lamina propria

Frustolo di mucosa di tipo gastrico ossintico esente da alterazioni

Il dottore che ha eseguito la gastroscopia mi ha detto che ho la metaplasia gastrica e devo essere sotto terapia di pantorc per sempre.
In seguito sono andato da un altro gastroenterologo che ha letto l’esame istologico e secondo lui non ho la metaplasia gastrica e non dovrei essere sempre sotto terapia, ma farla solo nei periodi in cui ho problemi di reflusso.
In seguito a questi due discordanti pareri, sono entrato in un periodo di confusione e depressione che mi sta destabilizzando, e ho paura che se fosse metaplasia gastrica, da quanto riportato su internet, possa degenerare in qualcosa di più grave.


Risposta del 22 aprile 2019

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Ricapitoliamo : l' endoscopista ha descritto aree di colore rosa nell' esofago e già questo fa sospettare la presenza di sostituzione di quel tratto di mucosa con aree di mucosa di tipo gastrico. Questa è la metaplasia, situazione benigna. L' esame istologico conferma che nell' esofago vi sono " aree di mucosa di tipo gastrico ", cioè la stessa cosa. Forse il gastroenterologo non aveva letto bene. Ma lei non deve preoccuparsi. Si tratta di una situazione benigna. E' vero, però, che nel corso della vita dovrà sottoporsi a controlli periodici. La frequenza di tali controlli la deve decidere l' endoscopista che farà l' esame e non altri.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli