Metaplastia intestinale

21 luglio 2014

Metaplastia intestinale




17 luglio 2014

Metaplastia intestinale

Mi hanno diagnosticato una mucosa gastrica di tipo andrale e giunzionale andro-corpo sede di edema, congestione vascolare, iperplasia fibromuscolare della lamina propria ed iperplasia dell'epitelio faveolare, associati ad antrofia ghiandolare di lieve entita'con focale metaplasia intestinale di tipo completo e incompleto. L'anno scorso avevo una Gastrite superfiaciale con metaplastia intestinale a cellule assorbenti e calciformi (tipo II) e Helicobacter pylori positivo. Sono migliorata o peggiorata, e'preoccupante la mia metaplastia, ogni quanto devo fare la gastroscopia e che cura devo seguire?

Risposta del 21 luglio 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Prima di tutto deve farsi dare dal suo medico la cura per eliminare l'Helicobacter. Molto spesso la gastrite migliora, una volta eliminati i batteri. Consiglio un controllo endoscopico tra un anno, sempre corredato da biopsie multiple.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube