Non so più dove sbattere la testa!!!!!!

11 marzo 2006

Non so più dove sbattere la testa!!!!!!




08 marzo 2006

Non so più dove sbattere la testa!!!!!!

Buon Giorno, io soffro di sindrome ansiosa da 8 mesi, con tutti i sintomi correlati. Ho effettuato delle cure e ora sto molto meglio, però mi è rimasto un disturbo molto debilitante. In pratica si tratta di un senso di pesantezza all'altezza della fronte, mi appesantisce le palpebre, mi viene a mancare la voglia di fare, mi sento improvvisamente stanca e un po' storna. Si verifica nei momenti più disparati, e ha una durata variabile. Nessun medico ha saputo dirmi niente di preciso, ma soltanto che si tratta di un disturbo funzionale. Qualcuno può aiutarmi o darmi una dritta più concreta??? Non so più che fare. Grazie

Risposta del 11 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Purtroppo quando non si riesce a spiegare ed inquadrare certi sintomi in una "malattia" preordinata, la colpa non è el medico che non riesce o nonha gli strumenti adatti, ma del paziente che è nervoso, così si scaricano delle loro responsabilità. I suoi disturbi sono inquadrabili nella sindrome da stanchezza cronica, e in una iniziale Tiroidite, Sono presenti forme virale o batteriche che hanno innescato la sua patologia e vanno individuati, se interessata a ricevere maggiori spiegazioni e indicazioni, mi dia una risposta indicando anche un nome e riferimenti per poterla rintracciare la richiesta originale.
Purtroppo le richieste sono troppo anonime, quindi difficilmente rintracciabili successivamente.
saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 11 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. PAOLO MORINI


gentile signora, non è facile darle un aiuto, non potendo dialogare con lei direttamente. Cioè che lei scrive :. . Senso di pesanteza alla fronte. . Mi viene a mancare la volglia di fare. . . Mi sento stanca. . mi fanno pensare che associata alla sindrome ansiosa che le è stata diagnostica non possa essere presente anche un certo abbassamento del tono dell'umore. Come va il morale ? Se così fosse sarebbe necessario aggiungere ai farmaci ansiolitici anche farmaci che agiscano sul tono dell'umore. Sottoponga il quesito al suo medico di famiglia, che ben conosce questi problemi. Tanti auguri ma mi raccomando non sbatta la testa da nessuna parte. .

Dott. Paolo Morini
Medicina generale convenz.

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube