Peso allo stomaco e nausea

17 luglio 2015

Peso allo stomaco e nausea




13 luglio 2015

Peso allo stomaco e nausea

Buongiorno Dottore.
Da circa quattro mesi presento una strana sintomatologia a livello dell'apparato gastro digerente.
Tutto è cominciato a marzo, con vaga sensazione di distensione addominale e peso sulla bocca dello stomaco, in assenza di nausea o dolore.
Il mio medico mi ha prescritto inizialmente levopraid per una settimana.
Dopo la sospensione, ancora stesso fastidio, sempre senza altri sintomi, se non una vaga sensazione di intorpidimento anche alla schiena.
A maggio il fastidio aumenta e mi viene prescritto Valpinax, 15 gocce ai pasti principali, che inizialmente sembro' attenuare i sintomi.
A fine maggio subentra bruciore di stomaco al risveglio, tipo da reflusso gastroesofageo, trattato con gerdoff, farmaco che attenuava il bruciore ma mi provocava nausea.
Ho utilizzato quindi liquirizia pura dopo i pasti, e devo dire che sembra avere funzionato.
A giugno, dopo una settimana al mare, durante la quale non ho avuto alcun disturbo, si sono ripresentati gli stessi sintomi, stavolta accompagnati pero' da una sensazione di nausea che sembra scomparire mangiando, ma compare spesso, specialmente in presenza di aria condizionata
Ho effettuato esami del sangue, tutti nella norma, compreso quelli epatici e renali, e VES e anche ecografia addominale che ha evidenziato una piccola ernietta addominale di 3mm all'altezza della bocca dello stomaco. (il medico mi disse che l'ha vista solo per un istante e non riusciva piu' a evidenziarla)
Ho sospeso Valpinax perché ultimamente non mi faceva un granchè. , ma spesso la mattina mi sveglio con fastidio alla bocca dello stomaco e all'intestino, con irradiamento nei fianchi e alla schiena, a seconda della posizione in cui mi corico.
Secondo Voi è solo un fattore ansioso, ? l'ernia addominale puo' creare questa sintomatologia? Aggiungo che fino a questo momento, ho sempre digerito anche dopo pasti abbondanti, e l'appetito sembra non mancare, anche se alterno giorni di abbondanti evacuazioni a qualche giorno di stitichezza.

Risposta del 17 luglio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


I suoi disturbi fanno parte di quella sindrome che chiamiamo -per brevità- dell'intestino irritabile, che, come. Càpita a lei, può provocare disturbi sia all'esofago, sia allo stomaco, sia al colon. Quindi la terapia non è mai standard per tutti: va personalizzata per ogni paziente e spesso va modificata a seconda dei risultati. Quelle consigliate a lei sono tutte valide ed è naturale che possano fare effetto solo per un certo periodo. Naturalmente lo stato di Ansia non aiuta. Bisogna curare anche quello.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube