Piastrinopenia

16 luglio 2005

Piastrinopenia




13 luglio 2005

Piastrinopenia

Da qualche anno le piastrine sono state sempre al di sotto dei valori minimi ma qualche mese fa sono scese ancora di più e dopo aver fatto l'aspirato midollare che per fortuna ha evidenziato cjhe il midollo le produce ho dovuto fare una cura di cortisone. Se continuassero a scendere l'ematologo dice di asportare la milza. Ma prima di tutto ci sono altri esami per capire l'origine e la causa senza ricorrere all'intervento? e poi esistono cure alternative? Ho letto su internet che un paziente è stato curato assumendo il Danatrol (che è un farmaco che regola il ciclo mestruale e lui è un paziente maschio). Grazie

Risposta del 16 luglio 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa WANDA VENOSA


Immagino che abbia fatto anche gli autoanticorpi antipiastrine. Come sono risultati? L'asportazione della milza, soprattutto in caso di piastrinopenia autoimmune, è spesso necessaria visto che questo organo, tra le altre sue funzioni, serve per il sequestro di cellule del sangue divenute "vecchie" o danneggiate quali per es i globuli rossi e le piastrine. In questo modo ci sono più piastrine in circolo.
Cordiali saluti

Dott. Ssa Wanda Venosa
Medicina generale convenz.
COLLEGNO (TO)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube