Presunta mrge

20 gennaio 2006

Presunta mrge




16 gennaio 2006

Presunta mrge

da 4 mesi soffro di dolori alla bocca dello stomaco e al petto, soprattutto al lato sinistro del torace e dietro lo sterno. Ho avuto alcune manifestazioni di rigurgito molto ore dopo i pasti (circa 3-4 ore). Ho fatto una gastroscopia (metà settembre) con relative biopsie e non è emerso nulla di anormale. Il gastroenterologo mi ha dato comunque una cura di omeprazolo (40 mg al giorno) e motilex prima dei pasti. Il motilex mi dava pesanti effetti collaterali e quindi siamo passati al Gaviscon. Per un mese (ottobre) sono stato abbastanza bene. All'inizio di novembre i disturbi sono ricomparsi in maniera anche più violenta, sono andato da un altro gastroenterologo che ha diagnosticato MRGE e mi ha prescritto esomeprazolo (40 mg) e peridon prima dei pasti. Avendo perso 4 chili, ed essendo abbastanza preoccupato, ho fatto una TAC full body (il 7 dicembre) che non ha riscontrato nulla di anormale, eccetto una notevole gastrectasia. Ormai sono quasi due mesi che sono in cura con esomeprazolo e peridon, ma con risultati molto scarsi, anzi mi sembra di essere peggiorato: mi fa male tutto il torace, faccio fatica anche a digerire, pur mantenendo una dieta ferrea e ho cominciato ad avvertire un fastidio al fianco destro in basso. Ho fatto due visite cardiologiche con ecg e non è stato riscontrato nulla, gli esami del sangue fatti due volte non mostrano alcun valore fuori norma, la seconda volta a distanza di un mese dalla prima solo l'emoglobina a 12. 3 era sotto il livello minimo. La mia domanda è: questi sintomi possono dipendere anche da altre cause ? quali altri esami dovrei fare per accertarmene ? Vi ringrazio.

Risposta del 20 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo che la diagnosi di reflusso gastro-esofageo (MRGE) sia corretta, cosi' come e' corretta la terapia, che pero' deve essere piu' prolungata nel tempo, soprattutto per quanto riguarda l'esomeprazolo, anche per sei mesi- un anno. Il peridon, invece, puo' essere preso "al bisogno", a seconda di come sara' il pasto.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa