Problemi intestinali e perdita di peso

02 gennaio 2018

Problemi intestinali e perdita di peso




29 dicembre 2017

Problemi intestinali e perdita di peso

Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni. Da anni ormai soffro di stomaco, diciamo che ho imparato a convivere con reflusso e cattiva digestione. Da una settimana però ho notato un peggioramento dei miei sintomi: ho accusato diarrea, poco appetito, nausea e dolori addominali. Essendo una persona molto ansiosa e ipocondriaca e visto il fatto che spesso cerco i miei sintomi su internet mi spavento molto facilmente e ho deciso di tenere sotto controllo il mio stato di salute: ad esempio misurando il peso(io solitamente oscillo tra i 73 e i 74kg) ho notato di essere adesso tra i 73 e i 72. Specifico il fatto che in questi giorni, anche durante le festività ho mangiato meno un po’ per il poco appetito e i disturbi e un po’ per lo stress causato dal fatto di pensare di avere una malattia grave. 3 giorni fa ho scoperto di avere un otite che il medico mi ha detto di curare con zitromax e lacteol per proteggere lo stomaco. Purtroppo questo farmaco mi ha peggiorato ulteriormente i sintomi causandomi il primo giorno 3 scariche di diarrea acquosa, il secondo feci tipo cremose e il terzo(ovvero stamattina) idem. Proprio stamattina, ovvero il 3 giorno, prima di aver evacuato ero 72, 6kg e dopo aver evacuato ho nuovamente misurato il peso e ho visto che è 71, 8. . . Ma la sera del giorno 27 era ben 73, 8! Come è possibile? Ho tantissima paura di avere qualcosa di brutto, sono in continuazione a pensare alla bilancia e a pesarmi e ho una nausea continua. . . Cosa potrebbe essere secondo voi? Ho paura di disturbare il mio medico curante in quanto gli scrivo sempre per ogni mio problema e lui pensa sia solo ipocondria.

Risposta del 02 gennaio 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Vorrei suggerirle due cose : la prima è quella di non andare a cercare i sintomi su internet, perchè lì sono descritte delle situazioni generiche, che non valgono per la singola persona. La seconda è di non pesarsi più: le piccole variazioni di peso da un giorno all' altro sono dovute soprattutto alla presenza di maggiore o minore quantità di acqua nell ' organismo; non sono indice di malattia. Sono d ' accordo che non è il caso di assillare il suo medico per queste cose insignificanti : lo contatti per i disturbi digestivi.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube