Recupero da zoster

27 giugno 2005

Recupero da zoster




23 giugno 2005

Recupero da zoster

Mio padre ha riscontratto (81 anni) a gennaio 2005 il fuoco di san'antonio in una zona molto estesa del corpo che andava dal soottopettorale ds scendeva sul fianco ds i lonbi e risaliva sino all'altezza del sottoscapolare ds. Riconoscuta la malattia dopo 5 giorni il medico è intervenuto con le pastiglie da 1000mg che si utilizzano in questi casi 6/7 giorni, poi vitamina B ecc, però il tutto è stato molto doloroso e ancora oggi dopo 5 mesi la zona colpita è sensibile con fitte. è possibile guarire e tornare a fare una vita accettabile? Quali cure o visite bisogna fare per accelerare questa ripresa ? Vi assicuro che sono demoralizzato nel vedre mio padre così sfinito. Sicuro di una vostra risposta ringrazio anticipatamente. Elio

Risposta del 27 giugno 2005

Risposta a cura di:
Dott. MARCO TRUCCO


Come ad altre lettere di questa rubrica, rispondo che il "Fuoco di S. Antonio" (in termini scientifici Herpes zoster ) può complicarsi con una "nevralgia post-herpetica", molto dolorosa e disabilitante, dovuta a lesione dei nervi periferici colpiti dal virus. Nel caso di Suo Padre, l'età avanzata e l'estensione del disturbo hanno senz'altro peggiorato la situazione. La nevralgia post-herpetica si cura con farmaci attivi sul dolore "neuropatico", della categoria degli antiepilettici, tra cui in prima istanza consiglierei il Gabapentin (non posso indicare dosaggio e modalità di somministrazione esulando ciò dagli scopi di questa rubrica). Necessita senz'altro una valutazione neurologica anche con una certa urgenza, dato il dolore che a tale età dev'essere senz'altro molto penoso.

Cordialmente

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube