Sanguinamento rettale

19 febbraio 2012

Sanguinamento rettale




10 febbraio 2012

Sanguinamento rettale

salve sono angelo e ho 29 anni. Due settimane fa ho scoperto di avere una ragade anale e il medico mi ha prescritto una cura a base di amuchina ma il problema non è stato risolto anzi stamattina sono andato due volte in bagno ed entrambe le volte ho fatto le feci ed ho sanguinato parecchio. Cosa dovrei fare? Posso rischiare di avere un tumore?

Risposta del 13 febbraio 2012

Risposta a cura di:
Dott. NATALE SACCA'


IN CASO DI SANGUINAMENTO RETTALE E' SEMPRE UTILE ESEGUIRE UNA COLONSCOPIA; SI RIVOLGA AD UN GASTROENTEROLOGO PER APPROFONDIRE IL PROBLEMA

Dott. Natale Sacca'
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia
Catanzaro (CZ)
Risposta del 14 febbraio 2012

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, il tumore non c'entra. L'amuchina va bene, perchè la cosa più importante affinchè la ragade si cicatrizzi è che sia sterile il più possibile. Oppure una pomata antibiotica da rinnovare più volte nella giornata. Se il problema persiste molto a lungo, diventa necessaria una visita dello specialista proctologo, anche per escludere che la raga sia sostenuta da una unfiammazione della mucosa del retto, cosa talvolta possibile, e allora la cura sarebbe diversa

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)
Risposta del 19 febbraio 2012

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI SALAMINA


Come giustamente diceva il Prof Tittobello allo stato attuale la cura della ragade è medica con un pò di collaborazione da parte del paziente che deve tenere sempre ben deterso l'ano con detegenti-disinfettanti blandi, cercare di andare di corpo con feci formate ma possibilmente non dure, applicare localmente pomate a base di sostanze riepitelizzanti e/o miorilassanti. Alle volte, pur continuando con queste norme igieniche e terapie farmacologiche da assumere localmente, anche per 2 mesi, i risultati non sono soddisfacenti e allora ci vuole ll'intervento chirurgico, eccetto che nel caso, come diceva il Prof Tittobello, che ci sia un'infiammazione del retto per cui sarebbero necessari altri controlli strumentali e altri farmaci da assumere talvolta anche per bocca.

Dott. Giovanni Salamina
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia apparato digerente
Specialista in Chirurgia generale
Magenta (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa