Parassiti intestinali

29 agosto 2017

Parassiti intestinali



Indice


Definizione


Le parassitosi intestinali sono infezioni dell'intestino provocate da parassiti. I parassiti sono microrganismi che vivono sulla superficie o all'interno di un altro organismo vivente, traendone i mezzi necessari alla propria sopravvivenza e danneggiandolo. Le parassitosi più frequenti in Italia sono causate da vermi del gruppo dei nematodi (Ascaris lumbricoides e Enterobius vermicolaris) e del gruppo dei cestodi (Tenia saginata e Tenia solium). Diffuse anche l'amebiasi (Entamoeba histiolytica) e la giardiasi (Giardia lamblia).

Cause


I parassiti intestinali penetrano nell'organismo attraverso il cavo orale, assumendo acqua o cibi contaminati. Le infestazioni da parassiti del tratto gastrointestinale si stanno sempre più diffondendo nei paesi occidentali, probabilmente a causa di abitudini alimentari errate e di un eccessivo uso di farmaci. In genere le infezioni parassitarie sono più comuni nei bambini, nelle persone affette da disturbi del sistema immunitario e in quelle che vivono in ambienti promiscui dove è più facile il contagio.

Sintomi

Le parassitosi intestinali possono manifestarsi con molteplici sintomi, tra cui spesso diarrea, dolori addominali e febbre. Possono essere presenti anche disturbi digestivi, stipsi e ostruzioni intestinali, meteorismo, eruttazioni, prurito anale, nausea e vomito.

Diagnosi

La diagnosi delle parassitosi intestinali è spesso difficile poiché i sintomi di questi disturbi sono molto variabili e somigliano a quelli di altre malattie. L'esame delle feci permette però generalmente di individuare la presenza del parassita.

Cure

La terapia delle parassitosi intestinali si basa sulla somministrazione di farmaci antiparassitari. La giardiasi può essere trattata con metronizadolo o furazolidone. Il metronidazolo è indicato anche nelle amebiasi. Le parassitosi da nematodi vengono solitamente curate con mebendazolo, un farmaco che uccide o espelle i vermi parassiti, o apirantel pamoato. Per le infestazioni da tenia viene utilizzata la niclosamide.

Cure complementari

L'estratto di semi di pompelmo costituisce un rimedio efficace contro diversi tipi di parassiti intestinali. L'estratto di origano è dotato di proprietà sia antimicotiche sia antiparassitarie. La radice di zenzero può alleviare la nausea associata ad alcune infezioni parassitarie. Consigliati anche rimedi omeopatici.

Alimentazione

L'aglio può essere utile per contrastare diversi parassiti, poiché crea un ambiente poco favorevole alla loro crescita. Una dieta ricca di carboidrati raffinati, che fornisce poche sostanze nutritive, aumenta invece la predisposizione alle infestazioni da parassiti.

Principi attivi

Di seguito è riportato l'elenco dei principi attivi maggiormente utilizzati nella cura di questa patologia. E' sempre necessario consultare il proprio medico per la scelta del principio attivo e la posologia più indicati per il paziente.



Vedi anche:


Ultimi articoli
Torte macaron per stupire gli ospiti
08 settembre 2019
Libri e pubblicazioni
Torte macaron per stupire gli ospiti
Il ricettario del piccolo chef
01 settembre 2019
Libri e pubblicazioni
Il ricettario del piccolo chef
Gastrite
28 agosto 2019
Patologie
Gastrite
L'esperto risponde