Singhiozzo continuo

07 gennaio 2008

Singhiozzo continuo




05 gennaio 2008

Singhiozzo continuo

Mio padre soffre di singhiozzo incoercibile da 5 giorni portato al pronto soccorso è stato sottoposto al posizionamento di un sondino naso gastrico e gli è stata fatta un'iniezione di plasil. Il singhiozzo momentaneamente scomparso è ricomparso dopo circa un'ora. Si è proseguito il trattamento con plasil in compresse ma inutilmente. Dopo visita dal cardiologo, mio padre è un cardiopatico (operato 4 anni fa all'aorta addominale e al cuore), è stato consigliato talofen. Il singhiozzo ora si interrompe per alcuni periodi brevi durante il giorno, ma è quasi sempre presente. Ora incomincia ad avere difficoltà respiratorie e sente grande gonfiore alla pancia. Siamo in attesa di visita specialistica è consigliabile effettuare una gastroscopia? Aspetto con ansia risposta Grazie

Risposta del 07 gennaio 2008

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Aggiunga alla terapia già in corso delle compresse di Lioresal. Se il singhiozzo non passa, può essere opportuna una gastroscopia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa