Sospetta infiammazione retto.

16 settembre 2015

Sospetta infiammazione retto.




12 settembre 2015

Sospetta infiammazione retto.

Salve dott.
Sono un ragazzo di 26anni che da circa un mese ho dei problemi all'intestino che iniziano a preoccuparmi.
Da premettere che in vita mia non ho mai sofferto di stipsi, ho sempre avuto un modello di eliminazione intestinale regolare. Circa un mese fa mi si è presentato un dolore che avvertivo proprio all'interno dell'ano, come se ci fosse qualcosa che ostruisse ma nonostante tutto andavo in bagno, con fatica , secondo il mio modello normale. Il dolore è andato sempre peggiorando fino ad avvertirlo anche durante il passaggio delle feci. Le feci erano dure e non formate. Andando dal mio medico curante dopo averi spiegato i sintomi ha sospettato un infiammazione al tratto finale dell'intestino e ho fatto una terapia di circa 10gg con delle supposte. C'è da dire che durante la terapia ho iniziato ad eliminare feci con tanto muco, e comunque non scendo il mio modello normale, ma una volta ogni 2/3 gg. Il dolore alla fine mi era passato e per 3/4gg ho iniziato ad eliminare normalmente, senza dolori e muco. Dopo questo breve periodo si è ripresentato il muco nelle feci. Vado ad eliminare le feci una volta ogni 2/3 giorni. Per giunta non riesco ad eliminarle tutte, mi sento sempre gonfio e quella volta che vado ad eliminare si tratta di feci lunghe e sottili quanto un dito circa. Ora il dottore mi ha dato laxipeg in soluzione orale e spasmomen in compresse. Le sto prendendo da 5gg ma ho visto peggiorare il problema giorno dopo giorno. Dolore, fastidio al retto come se fosse ostruito. Difficolta ad eliminare, per farlo devo davvero comprimere forte la parete addominale.
Tutto ciò dura da circa un mese, e ho paura sia qualcosa di più grave di una semplice infiammazione o colite.

Risposta del 16 settembre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, non è nulla di più grave di una eventuale infiammazione. Ma per controllare se, in effetti, c'è uno stato infiammatorio della mucosa (vedi il muco ), è necessario eseguire almeno una retto-sigmoidoscopia. Perché, se risulta una mucosa infiammata, la terapia dovrà essere diversa, cioè a base di farmaci antinfiammatori.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube