Steatosi epatica in emocromatosi

04 gennaio 2021

Steatosi epatica in emocromatosi


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


18 dicembre 2020

Steatosi epatica in emocromatosi

Buonasera, oggi mi sono recato presso il poliambulatorio per eseguire un eco addome completo, questo il referto: Fegato aumentato di volume, senza ipertrofia del lobo sinistro e del lobo caudato, con margini regolari e tessitura tipicamente caratterizzata da echi fini, molto luminosi e fittamente stipati, in tutte le sezioni del fegato come per steatosi diffusa ( bright libero o fegato brillante) di grado moderato rilevandosi attenuazione del fascio in profondità. Assenza di lesioni focali. Vasi portali di calibro regolare. Non dilatazione delle vie biliari intraepatiche. Colecisti distesa, a pareti regolari, contenuto transonico, alitiasica. Pancreas di dimensioni nei limiti, esente da alterazioni strutturali ecograficamente apprezzabili. Milza regolare per morfologia di dimensione nei limiti ad ecostruttura fine ed omogenea. Vena splenica di calibro regolare. Reni nei limiti per forma e dimensioni con normale spessore della quota parenchimale. Non dilatazione delle cavità valico - pieliche. Non evidenti immagini ecografiche da riferire a litasi. Vescica distesa, a pareti regolari e contenuto transonico esente da alterazioni endolume. Prostata di volume nei limiti ed ecostruttura conservata in presenza di inscritte calcificazioni periuretrali senza aggetto endocistico. Non liquido libero. Non linfoadenomegalie delle principali stazioni linfoghiandolari addomino - pelviche. Aorta addominale di calibro regolare. Cosa significa questo referto?? Grazie in anticipo.

Risposta del 04 gennaio 2021

Risposta a cura di:
Dott. SALVATORE RICCA ROSELLINI


L'ecografia porta alla diagnosi di steatosi epatica, fegato grasso, cioè. Dato che è affetto da emocromatosi, come scrive nel titolo, credo sia opportuno si faccia valutare da chi lo segue per l'emocromatosi, appunto. Comunque - visti i risultati degli esami - il primo provvedimento riguarda la dieta: eviti grassi, dolci e tutte le bevande alcoliche. Pratichi attività fisica, se possibile tutti i giorni. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Ricca Rosellini
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Geriatria
Specialista in Medicina interna
Forlì (FC)

Ultime risposte di Fegato

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa