I segreti per un… intestino felice

30 giugno 2015

I segreti per un… intestino felice



recensione


L'intestino, un organo bistrattato, da ricercatori e non, ma allo stesso tempo, un organo eccezionale. Costituisce due terzi del sistema immunitario, ricava energia da tutto ciò che mangiamo, dal pane come da wurstel di tofu, e produce più di venti ormoni. Chi ha un danno all'intestino si trova di fronte a due difficoltà: innanzitutto l'imbarazzo che spinge diversi pazienti a tenersi il dolore per paura di comunicare con il medico; secondariamente, spesso le persone con problemi digestivi soffrono di disturbi intestinali di origine nervosa (l'intestino manda segnali a un'area del cervello preposta all'elaborazione di sentimenti negativi, anche se i soggetti in questione non hanno fatto nulla di male): i pazienti provano disagio e non sanno perché, e alcuni medici li trattano come individui psicolabili o irrazionali, cosa che complica ulteriormente la comunicazione tra curante e malato. Giulia Enders, dottoranda in biologia medica presso l'Istituto di microbiologia e igiene ospedaliera di Francoforte, con L'intestino felice (Sonzogno, 16,50 euro, 251 pp.) si ripropone di spiegare in modo semplice, e a tratti divertente, come funziona l'intestino e quali novità ci offre la ricerca per migliorare la nostra vita quotidiana. Per ridare all'organo la "nobiltà" che si merita e rendere meno difficoltosa la comunicazione con gli addetti ai lavori. Conoscere meglio il funzionamento dell'intestino può essere di grande aiuto per sentirsi meglio, più sani e quindi più soddisfatti. Le scarse conoscenze possono portare a valutazioni e comportamenti errati. Un paio di esempi: si pensa che lo stomaco brontoli perché si ha fame, invece la pancia brontola quando l'intestino "fa le pulizie" tra un pasto e l'altro. Oppure ci sediamo sul water nel modo sbagliato senza sapere niente della flora batterica e di tutto quello che fa il nostro intestino. E proprio alla flora batterica è dedicato un intero capitolo. Si tratta di un mondo a sé stante all'interno della nostra pancia: i batteri "buoni" che si trovano all'interno mettono alla prova il nostro sistema immunitario, si nutrono del nostro cibo e producono sostanze per noi molto importanti. Infine, Giulia Enders cerca di far capire ai suoi lettori quanto attraverso l'intestino sia possibile conoscere meglio anche tutte le parti del corpo. E grazie a questo rispondere a domande del tipo: "Come posso trovare in un panino le energie alimentari per tutte le mie cellule?"; "Come far fronte alla stitichezza?"; "Perché alcune persone sono intolleranti al lattosio o al glutine?"; "Come possono la mia pancia e il mio intestino influenzare la mia psiche, come mi sento oggi, in questo momento?" Tutto questo può trovare una risposta, e l'autrice ci guida nel viaggio di scoperta di questo organo tanto nobile da essere soprannominato il secondo cervello. Ilaria Pedretti


Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Le noci aiutano il microbiota
Stomaco e intestino
11 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Le noci aiutano il microbiota
Diarrea del viaggiatore, che fare
Stomaco e intestino
10 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Diarrea del viaggiatore, che fare
Celiachia
Stomaco e intestino
16 luglio 2018
Patologie
Celiachia
L'esperto risponde