Sindrome metabolica migliora col flavonoide

10 gennaio 2012
News

Sindrome metabolica migliora col flavonoide


fitoterapia flavonoidi quercetina

La quercetina è un flavonoide che si trova in diverse specie vegetali: ippocastano, calendula, biancospino, camomilla, iperico e gingko biloba. È nota per le proprietà vasorilassanti e antiossidanti che ne suggeriscono l'impiego nella prevenzione cardiovascolare. Un gruppo di ricercatori tedeschi ha investigato nel dettaglio gli effetti della quercetina su fattori di rischio noti di: aterosclerosi, biomarker di infiammazione e stress ossidativi, in base anche al genotipo di apolipoproteina. E lo studio in doppio cieco ha reclutato 49 maschi sani, con genotipo ApoE che hanno assunto 150mg di quercetina o placebo ogni giorno per 8 settimane, seguite da una pausa di 3 settimane per il washout. Dopo ciascuno dei due trattamenti, ai partecipanti sono stati misurati: funzione endoteliale, antropometria, parametri metabolici e infiammatori, a digiuno e dopo un pasto standardizzato ricco di lipidi. La funzione endoteliale non si è modificata, mentre la quercetina ha ridotto significativamente la circonferenza vita e la pressione sistolica post-prandiale. Anche le concentrazioni post-prandiali di triacilglicerolo si sono ridotte con il flavonoide, mentre sono cresciute quelle di colesterolo Hdl e si è osservato un modesto incremento dei livelli di TNFalfa. Una correlazione diretta con il genotipo si è osservata solo per quanto riguarda la circonferenza vita e l'indice di massa corporea. In conclusione l'impiego di composti a base di quercetina offre effettivamente dei vantaggi sul profilo metabolico cardiovascolare, non solo legati al genotipo.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube