Sale nella dieta e fumo: aumentano il rischio di artrite reumatoide

24 settembre 2014
Aggiornamenti e focus

Sale nella dieta e fumo: aumentano il rischio di artrite reumatoide




Nei fumatori il rischio di sviluppare l'artrite reumatoide è maggiore se la loro dieta è troppo salata. Si è occupato del tema un gruppo di ricercatori svedesi che ha cercato possibili associazioni tra il consumo di sale con gli alimenti e il rischio di sviluppare nel tempo l'artrite reumatoide, una malattia infiammatoria cronica dolorosa che interessa le articolazioni.

I risultati del loro lavoro hanno fatto vedere che non c'era un legame generale fra il consumo di sale e la malattia, ma vi era un'associazione se veniva presa in considerazione la categoria dei fumatori.

Per la ricerca, pubblicata sulla rivista Rheumatology, sono state analizzate quasi 390 persone con artrite reumatoide per le quali sono state raccolte informazioni sulle abitudini alimentari negli anni che precedevano la comparsa dei sintomi della malattia (quasi otto anni). E sono state inoltre raccolte informazioni sulle abitudini di l'attività fisica e fumo. I dati sono stati poi messi a confronto con quelli ricavati da un gruppo di controllo composto da quasi 1.900 persone con caratteristiche simili ai pazienti.

«Non vi erano associazioni significative fra il consumo di sodio e lo sviluppo di artrite reumatoide quando tutti gli individui erano inclusi nell'analisi» spiega il primo autore dell'articolo, Björn Sundström, dell'Università di Umeå in Svezia. Quando però sono stati analizzati i sottogruppi, nei fumatori l'assunzione di sodio (il sale) rendeva il rischio di artrite reumatoide più che raddoppiato: in particolare, circa la metà, il 54 per cento dell'aumento del rischio di sviluppare artrite reumatoide era dovuto all'interazione tra fumo e assunzione di quantità elevate di sale nella dieta. Nonostante il riscontro di questa associazione, non è stata provata una relazione causa-effetto. I ricercatori affermano che i risultati trovati potrebbero spiegare le discrepanze segnalate in precedenti studi sulla dieta come fattore di rischio per l'artrite reumatoide.

Tags:

In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia
Scheletro e articolazioni
03 settembre 2021
Speciale Coronavirus
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia
L'osteopatia è professione sanitaria
Scheletro e articolazioni
25 agosto 2021
Notizie e aggiornamenti
L'osteopatia è professione sanitaria
Tutti i benefici del nuoto
Scheletro e articolazioni
27 luglio 2021
Notizie e aggiornamenti
Tutti i benefici del nuoto