Diabete e salute della bocca: non rinunciare al sorriso

04 novembre 2018

News

Diabete e salute della bocca: non rinunciare al sorriso



Il diabete è una delle malattie che ha maggiore prevalenza nella popolazione, sicuramente una delle patologie di maggiore impatto per le problematiche che genera a livello di tutti gli organi. Non è immune il cavo orale nel quale l'insorgenza di problematiche a carico delle gengive in soggetti diabetici è riscontro assai comune. Tralasciando i motivi strettamente medici che accompagnano questo problema pare opportuno ricordare che in soggetti diabetici, in età adulta o magari in età avanzata, anche altri fattori contribuiscono a generare problemi a carico delle gengive.

Paziente anziano e diabete


Il soggetto anziano ha per natura o per interferenze con i farmaci che assume, un ridotto flusso salivare. Il mancato apporto del potere detergente salivare porta a un aumento della placca che ristagna nelle zone tra gengiva e dente; questo ne favorisce la proliferazione e, la ridotta efficacia delle difese locali, tipica della manifestazione diabetica, ne alimenta ulteriormente la crescita.

Igiene orale e diabete


Il paziente diabetico ha un bassa capacità di far cicatrizzare le ferite, generalizzando ha anche bassa possibilità di riparare le micro-lesioni generate sul margine gengivale; per conseguenza il livello di infiammazione delle gengive si innalzerà, provocando una progressiva perdita di supporto dentale. Il regime di igiene orale nel diabetico dovrà essere molto più scrupoloso, si dovrà sottoporre a sedute di igiene professionale più frequentemente e tutti i possibili centri di accumulo di placca (denti cariati nei settori posteriori della bocca, otturazioni e ponti non congrui) dovranno essere rimossi perché fonte di alimentazione della placca batterica.


A cura di:
Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche presso l'Università degli Studi di Milano


Vedi anche:


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde