Fisioterapia, dieci consigli per trarne il meglio

12 febbraio 2019

News

Fisioterapia, dieci consigli per trarne il meglio



Traumi sportivi, malattie dell'apparato muscolo scheletrico fino alla gestione del periodo successivo a un intervento chirurgico. Tanti sono gli ambiti di applicazione della fisioterapia, disciplina sempre piu diffusa anche per l'aumento della sedentarietà e l'invecchiamento della popolazione.

A cosa serve la fisioterapia


Attraverso le sedute di fisioterapia è possibile alleviare  i dolori associati a numerose condizioni. L'intrvento del fisioterapista può essere manuale, con massaggi e manipolazioni,  o avvalersi di strumenti e tecniche avanzate, come la laserterapia. Tra i disturbi che possono essere curati con la fisioterapia vi sono per esempio:

  • infiammazioni dei tendini
  • lesioni muscolari
  • neuropatie
  • capsuliti
  • distorsioni
  • calcificazioni
  • dolore da sovraccarico
  • patologie della colonna vertebrale
  • artrosi
  • artrite reumatoide
  • fibromialgia
  • stiramenti e strappi
  • distorsioni e contusioni
  • lombalgia
  • sindrome del tunnel carpale
  • piede piatto
  • scoliosi.

Non sempre è facile orientarsi tra le proposte e i professionisti. Per ottenere i massimi benefici dai trattamenti e non rischiare di incorrere in persone poco preparate, l'associazione italiana di fisioterapia AIFI ha messo a punto un "decalogo" di consigli.


Dieci regole dagli esperti


  1. Affidarsi alla persona giusta, ovvero a un fisioterapista che abbia ottenuto almeno una laurea triennale in fisioterapia.
  2. Verificare che il fisioterapista sia sempre aggiornato sulle nuove tecniche e metodiche, come fototerapia e laserterapia.
  3. Assicurarsi che il fisioterapista frequenti dei corsi, come quelli del "Progetto Formazione Sport & Medicine Atalanta Mectronic" distribuiti sul territorio nazionale.
  4. Richiedere al professionista un'approfondita diagnosi medico strumentale e costanti valutazioni per verificare i progressi fisici.
  5. Non aspettare che il dolore diventi insopportabile, è fondamentale avviare il processo riabilitativo quanto prima per evitare complicazioni.
  6. Si deve avere pazienza, la fretta di recuperare è un'acerrima nemica del lungo percorso riabilitativo.
  7. Altrettanto importante è seguire pedissequamente le istruzioni e i consigli del fisioterapista, che aiuteranno il recupero e la guarigione definitiva.
  8. Avvalersi delle più avanzate metodiche sviluppate e delle più avanzate tecnologie disponibili sul mercato, come il laser della Theal Therapy.
  9. Svolgere i "compiti a casa" assegnati dal fisioterapista, come esercizi fisici e di recupero funzionale.
  10. Sia durante i trattamenti, sia nella vita di tutti giorni, è fondamentale condurre uno stile di vita sano e attivo e mantenere un'alimentazione equilibrata.


Vedi anche:


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde