Tendinite

12 agosto 2020

Tendinite: cause, sintomi e cure


Indice


Definizione


Tendinite: definizione e generalità


Infiammazione dei tendini, le strutture di tessuto fibroso che connettono i muscoli all'osso. In alcuni casi, l'infiammazione si estende alla guaina protettiva posta intorno al tendine (guaina tendinea) e si parla quindi di tenosinovite.

Cause


Tendinite: cause principali


L'infiammazione ai tendini, acuta o cronica, di solito è dovuta a sforzi eccessivi nel corso di attività sportive o fisiche. Anche movimenti ripetitivi su una stessa articolazione possono provocare una tendinite. I tendini che si infiammano più frequentemente sono quello di Achille, posto sul retro della caviglia, quelli di ginocchia e gomiti, e la cuffia dei muscoli rotatori della spalla.

Sintomi

Tendinite: sintomi più comuni


La tendinite si manifesta generalmente con un dolore lieve alla palpazione e quando si muove il tendine infiammato. Una tendinite cronica può determinare l'edema della guaine tendinee, con comparsa di gonfiore, bruciore e riduzione della funzionalità del muscolo collegato al tendine. In alcuni casi, le guaine rimangono asciutte e infiammate, provocando dei caratteristici crepitii nei movimenti articolari (tendinite crepitante).

Diagnosi

Tendinite: come efftuare la diagnosi


La diagnosi viene effettuata dal medico sulla base dei sintomi e dell'esame obbiettivo. Raramente può essere necessaria l'esecuzione di una ecografia o di una risonanza magnetica nucleare.

Cure

Tendinite: cure e rimedi


Riposo, immobilizzazione e applicazione di ghiaccio, sono rimedi spesso efficaci. Per ridurre il dolore, possono essere utilizzati farmaci antinfiammatori o infiltrazioni di corticosteroidi, a volte associati ad un anestetico locale. Spesso la fisioterapia è utile per recuperare la mobilità dell'arto. Nelle forme croniche, può essere necessario l'intervento chirurgico di rimozione dei tessuti infiammati o dei depositi di calcio.

Cure complementari

Tra i fitoterapici boswelia e curcuma possiedono proprietà antinfiammatorie. L'equiseto, invece, è ricco di silicio, una sostanza che favorisce la circolazione sanguigna e rinforza i tendini. Disponibili anche fiori di Bach, agopuntura e omeopatia.

Alimentazione

Evitare i grassi saturi, idrogenati e parzialmente idrogenati, contenuti in carne rossa, derivati del latte, margarina e grassi di cottura vegetale, perché possono aumentare l'infiammazione e quindi il dolore.

Farmaci

Di seguito è riportato l'elenco dei principi attivi maggiormente utilizzati nella cura di questa patologia. E' sempre necessario consultare il proprio medico per la scelta di un farmaco, del principio attivo e della posologia più indicati per il paziente.




Patologie e sintomi:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube