Distorsioni e stiramenti

29 agosto 2017

Distorsioni e stiramenti



Definizione


La distorsione è un trauma che colpisce un'articolazione provocando una lesione dei tessuti molli. Lo stiramento è una distensione brusca con o senza lacerazioni di un muscolo o di un tendine.

Cause


La distorsione è causata da lacerazione o allungamento dei legamenti articolari, cioè il tessuto connettivo elastico che unisce fra loro le ossa di una articolazione, dovuti a un movimento forzato (in seguito a caduta o altro incidente). Lo stiramento si verifica quando le fibre muscolari vengono sottoposte a un'eccessiva sollecitazione, perlopiù a causa di improvvisi movimenti di trazione o di scatti motori.


Sintomi

La distorsione si manifesta con dolore e gonfiore dell'articolazione colpita. Se è di primo grado consiste in uno stiramento e una lacerazione minima dei legamenti, con sintomi lievi. Se è di secondo grado è percepita come uno strappo e dopo il gonfiore compare un ematoma. Nella distorsione di terzo grado l'articolazione si sposta dalla sua sede naturale e, ritornandovi, procura un gonfiore accentuato, un forte dolore e difficoltà a camminare nel caso di distorsioni della caviglia. Anche lo stiramento si manifesta con un dolore localizzato che rende difficili i movimenti, gonfiore, infiammazione e spasmi.


Diagnosi

La diagnosi è effettuata sulla base dell'esame obbiettivo dal medico, il quale può anche richiedere una radiografia dell'articolazione per assicurarsi che non vi siano fratture ossee. Nei casi più gravi, l'esecuzione di una RMN o di un'artroscopia (utilizzo di un visore a fibre ottiche per ispezionare l'interno di un'articolazione) possono servire a valutare l'estensione delle lesioni ai legamenti.


Cure

L'applicazione di freddo sulla distorsione riduce il gonfiore mentre l'assunzione di un analgesico (come l'aspirina) può alleviare il dolore. Un'articolazione che abbia subito distorsione deve essere immobilizzata per più giorni, con bendaggio non troppo stretto. Discorso analogo vale per lo stiramento. Una fisioterapia mirata a ripristinare il movimento e rinforzare i muscoli può essere utile per un completo recupero funzionale dell'articolazione colpita.


Cure complementari

Si può ricorrere a fitoterapici ad azione antinfiammatoria, come la cipolla e la curcuma, o a rimedi omeopatici come l'arnica. Segnalati anche fiori di Bach, agopuntura e aromaterapia.


Alimentazione

Per rinforzare i muscoli e mantenerli in forma, è fondamentale assumere una buona quantità di proteine magre.



Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Dolore alla schiena persistente: se fosse spondilite anchilosante?
Scheletro e articolazioni
01 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Dolore alla schiena persistente: se fosse spondilite anchilosante?
Dolori alla cervicale. Cause e sintomi
Scheletro e articolazioni
11 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Dolori alla cervicale. Cause e sintomi
Fisioterapisti in farmacia, nuova edizione della campagna le mani giuste
Scheletro e articolazioni
04 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Fisioterapisti in farmacia, nuova edizione della campagna "le mani giuste"
L'esperto risponde