Quattro zampe in corsia: un beneficio per pazienti, medici e infermieri

06 gennaio 2020
News

Quattro zampe in corsia: un beneficio per pazienti, medici e infermieri


L'importanza del rapporto tra bambini e animali è riconosciuto ormai anche dalla medicina: in alcuni ospedali pediatrici è, infatti, possibile ricevere la visita del proprio amico a quattro zampe. All'Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, dal 2002 i cani sono parte integrante del protocollo di accoglienza e assistenza, e vengono utilizzati proprio come una vera terapia per migliorare la cura di alcune malattie, un'esperienza unica in Italia per durata, sistematicità, inserimento degli animali. I cani possono entrare ovunque nei dipartimenti di pediatria internistica, chirurgia pediatrica, neuroscienze, area critica, oncologia pediatrica e neonatale e nella rianimazione. L'accesso avviene dopo meticolose pratiche igieniche e con trimestrali controlli veterinari specifici e comportamentali che seguono un particolare protocollo, messo a punto dall'Ospedale Meyer che è stato anche di esempio per altre strutture in tutta Italia.
Gli animali entrano dal portone principale e la loro presenza arriva a tutto l'ospedale. Anche gli operatori e i genitori trovano beneficio nel vederli passare lungo il percorso che viene quotidianamente tracciato dagli infermieri e i medici.

Una vera e propria terapia


Gli effetti positivi del rapporto tra bambini e animali sono tanti e vertono su aree diverse: sono stati codificati ed è nata una disciplina chiamata pet therapy, che è indicata per tutti coloro che presentano problemi di comunicazione, di relazione e di socializzazione. La terapia con gli animali ha effetto su depressione, autismo, e disturbi generici dello sviluppo. Può essere utile per i bambini con disturbi psichiatrici e neurologici, bambini con difficoltà di adattamento e disturbi dell'apprendimento, ma anche per chi ha difficoltà di movimento e ritardi neuromotori. Un altro settore importante della pet therapy è quello della riabilitazione motoria con gli animali. In questo caso, cani o cavalli fungono da importante motivatore al recupero psicofisico. Infine, è uno strumento utile anche per le malattie croniche, migliorando il recupero fisico e gli effetti psicologici di una terapia da effettuare a vita.

Chiara Romeo


Bibliografia
 
Hinic K et al. The Effect of a Pet Therapy and Comparison Intervention on Anxiety in Hospitalized Children. J Pediatr Nurs. 2019 May - Jun;46:55-61. doi: 10.1016/j.pedn.2019.03.003. Epub 2019 Mar 7.

Fodstad JC et al. Development of an animal-assisted activity program on a pediatric behavioral health unit. Complement Ther Clin Pract. 2019 Aug;36:153-157. doi: 10.1016/j.ctcp.2019.07.001. Epub 2019 Jul 3

Lynch CE et al. Pet therapy program for antepartum high-risk pregnancies: a pilot study. J Perinatol. 2014 Nov;34(11):816-8. doi: 10.1038/jp.2014.120. Epub 2014 Jun 26.





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube