Ingrassare dopo i 50 alza il rischio diabete

01 luglio 2010
News

Ingrassare dopo i 50 alza il rischio diabete


L'eccesso di peso è uno dei fattori di rischio maggiori per l'insorgenza di diabete di tipo 2 in soggetti di giovane e mezza età. Fino a oggi, però, mancavano dati statistici di rilievo nei soggetti più anziani, dai 65 anni in su. Ecco allora che i risultati di questo studio prospettico statunitense, durato diciotto anni e condotto su 4.193 potenziali pazienti, offrono un quadro di grande interesse. Il campione è stato sottoposto a misurazione del peso corporeo totale e distribuzione del grasso all'inizio dello studio e poi ogni tre anni, per un periodo medio di 12,4 anni. L'eventuale presenza di diabete veniva misurata costantemente e se ne conclamava la comparsa con glicemia a digiuno superiore a 126 mg/dL. Durante questo lasso di tempo, si sono registrati 339 nuovi casi diabete di tipo 2. La valutazione dell'incremento ponderale e la localizzazione dei chili in eccesso ha dimostrato che c'è un legame stretto e documentabile tra chi ingrassa e l'insorgenza della malattia, che può addirittura triplicare il rischio di diabete nei soggetti che, a partire dai cinquant'anni, hanno accumulato nove o più chili. «Inoltre se i chili in eccesso si concentrano nella zona addominale il rischio è ancora maggiore» conclude Mary Biggs, ricercatrice dell'università di Washington. «Questo studio evidenzia quindi che ingrassare rappresenta un fattore di rischio di insorgenza di diabete a ogni età e interessa tutti senza distinzioni, over 65 compresi».

JAMA. 2010 Jun 23;303(24):2504-12




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube