Laringite

20 dicembre 2018

Laringite



Indice


La laringite può essere acuta o cronica. Nel primo caso dura solo qualche giorno, nel secondo persiste per un lungo periodo di tempo.

Definizione


La laringite acuta è un disturbo infiammatorio frequente che tende a risolversi spontaneamente nel giro di non più di 3 settimane.

Cause


Generalmente la laringite acuta si accompagna a infezioni virali del tratto respiratorio superiore oppure è secondaria a un uso eccessivo della voce. A volte può essere la conseguenza di un'allergia e in questi casi il disturbo appare quando si entra in contatto della sostanza allergizzante.

Sintomi

Il principale, e in genere unico, sintomo è la raucedine; in presenza di virus però possono manifestarsi anche tosse, rinorrea e lieve mal di gola.

Complicazioni

La laringe è il passaggio più stretto verso i polmoni, per questo motivo l'ulteriore diminuzione del suo diametro, provocato da un gonfiore in seguito alla infiammazione può essere pericoloso per la respirazione. Un edema laringeo può causare dispnea. Nel caso di epiglottite acuta, infiammazione acuta che interessa la porzione alta della laringe, i sintomi si manifestano con dolore acuto, rifiuto dell'alimentazione, dispnea respiratoria grave: in questi casi occorre rivolgersi subito all'ospedale.


Diagnosi

La diagnosi viene effettuata dal medico sulla base dei sintomi e dell'esame obiettivo. Non è necessario individuare con precisione il microorganismo responsabile dell'infezione perché la malattia guarisce spontaneamente.

Cure

L'uso degli antibiotici non è indicato, a meno che non coesista una faringite di origine batterica.

Cure complementari

Idratazione dell'organismo, umidificazione degli ambienti e riposo vocale alleviano i sintomi e facilitano la guarigione.


Laringite cronica

La laringite cronica è un'infiammazione protratta della laringe che si manifesta con disfonia e necessità continua di schiarirsi la voce.

Laringite cronica: cause

La laringite cronica è causata dall'esposizione prolungata a sostanze irritanti, come il fumo di sigaretta, vapori chimici, gocciolamento posteriore da rinosinusite cronica, abuso di alcol.
Vi sono anche casi di laringite cronica provocati da reflusso laringofaringeo e da stati di tensione muscolare.

Laringite cronica: sintomi

Il sintomo più tipico è la disfonia, accompagnato a necessità di schiarirsi la voce, mal di gola e talvolta crisi di laringospasmo. Se la causa è il reflusso tra i sintomi vanno aggiunti anche tosse persistente, pirosi, dispepsia, disfagia.
Nei casi correlati a problematiche muscolari si ha iperfunzione dei muscoli che circondano le corde vocali e partecipano alla formazione della voce.

Laringite cronica: diagnosi

La diagnosi viene effettuata dal medico sulla base dei sintomi e dell'esame obiettivo.

Laringite cronica: cure

Occorre correggere la causa primaria che ha generato la laringite, per esempio sottraendosi all'esposizione alla sostanza irritante.

Cure complementari: terapia foniatrica per i casi da tensione muscolare.

Principi attivi

Di seguito è riportato l'elenco dei principi attivi maggiormente utilizzati nella cura di questa patologia. E' sempre necessario consultare il proprio medico per la scelta del principio attivo e la posologia più indicati per il paziente.



Vedi anche:


Ultimi articoli