Cefpodoxima Sandoz

19 gennaio 2021

Cefpodoxima Sandoz


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Cefpodoxima Sandoz (cefpodoxima proxetil)


Cefpodoxima Sandoz è un farmaco a base di cefpodoxima proxetil, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici cefalosporinici. E' commercializzato in Italia da Sandoz S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Cefpodoxima Sandoz disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Cefpodoxima Sandoz disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Cefpodoxima Sandoz e perchè si usa


Cefpodoxima Sandoz è indicato per il trattamento delle seguenti infezioni causate da organismi sensibili.

  • Sinusite
  • Tonsillite e faringite
Nelle indicazioni di cui sopra la cefpodoxima deve essere riservata alle infezioni croniche o ricorrenti, o alle infezioni il cui organismo scatenante è, o si sospetta essere, resistente agli antibiotici di uso comune o nel caso gli antibiotici di uso comune non possano essere usati per una ragione qualsiasi.
  • Bronchite acuta
  • Esacerbazione della bronchite cronica
  • Polmonite batterica
La cefpodoxima non è l'antibiotico preferito per il trattamento della polmonite da stafilococco e non deve essere usato nel trattamento della polmonite atipica causata da organismi quali Legionella, Mycoplasma e Chlamydia (vedere anche il paragrafo 5.1)

Si devono tenere in considerazione le linee guida ufficiali relative all'uso appropriato degli agenti antibatterici.


Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cefpodoxima Sandoz


Ipersensibilità al principio attivo, ad altri antibiotici della classe delle cefalosporine o a uno qualsiasi degli eccipienti della compressa elencati al paragrafo 6.1.

Precedente reazione di ipersensibilità immediata e/o grave a una penicillina o a un qualsiasi altro tipo di farmaco beta-lattamico.

Cefpodoxima Sandoz può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Non sono disponibili dati clinici relativi a gravidanze esposte a cefpodoxima proxetil. Gli studi sull'animale non indicano alcun effetto nocivo indiretto o diretto sulla gravidanza, sullo sviluppo embrionale/fetale, sul parto o sullo sviluppo postnatale (vedere il paragrafo 5.3).

Il medicinale deve essere prescritto con cautela alle donne in gravidanza.

Studi condotti su varie specie animali non hanno evidenziato alcun effetto teratogeno o fetotossico. Tuttavia la sicurezza cefpodoxima proxetil in gravidanza non è stata stabilita e, come per tutti i farmaci, il medicinale deve essere somministrata con cautela nei primi mesi di gravidanza.

La cefpodoxima viene escreta nel latte materno. In corso di trattamento con cefpodoxima le madri devono interrompere l'allattamento al seno.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa