Ceftazidima Almus

19 settembre 2021

Ceftazidima Almus




Cos'è Ceftazidima Almus (ceftazidima pentaidrato)


Ceftazidima Almus è un farmaco a base di ceftazidima pentaidrato, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici cefalosporinici. E' commercializzato in Italia da Almus S.r.l. - Sede Operativa

Confezioni e formulazioni di Ceftazidima Almus disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Ceftazidima Almus disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Ceftazidima Almus e perchè si usa


Ceftazidima Almus è indicato per il trattamento delle infezioni di seguito riportate negli adulti e nei bambini compresi i neonati (dalla nascita).

-    Polmonite nosocomiale

-    Infezioni broncopolmonari nella fibrosi cistica

-    Meningite batterica

-    Otite media cronica suppurativa

-    Otite esterna maligna

-    Infezioni complicate del tratto urinario

-    Infezioni complicate della cute e dei tessuti molli

-    Infezioni complicate intra-addominali

-    Infezioni delle ossa e delle articolazioni

-    Peritonite associata a dialisi nei pazienti con dialisi peritoneale ambulatoriale continua (Continuous ambulatory peritoneal dialysis-CAPD).

Trattamento di pazienti con batteriemia che si verifica o si sospetta essere associata, con una delle infezioni elencate di sopra.

La ceftazidima può essere utilizzata nella gestione dei pazienti neutropenici con febbre che si sospetta essere causata da un'infezione batterica.

La ceftazidima può essere utilizzata nella profilassi peri-operatoria di infezioni del tratto urinario di pazienti sottoposti a resezione trans-uretrale della prostata (trans-urethral resection of the prostate-TURP).

La scelta della ceftazidima deve tenere in considerazione il suo spettro antibatterico che è ristretto soprattutto ai batteri aerobi Gram negativi (vedere paragrafi 4.4 e 5.1).

La ceftazidima deve essere somministrata assieme ad altri agenti antibatterici ogni volta che i batteri considerati potenzialmente responsabili di infezioni non rientrino nel suo spettro di attività.

Occorre prendere in considerazione le linee guida ufficiali sull'uso appropriato degli agenti antibatterici.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Ceftazidima Almus


Ipersensibilità alla ceftazidima, a qualsiasi altra cefalosporina o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Anamnesi di grave ipersensibilità (ad esempio reazione anafilattica) a qualsiasi altro tipo di agente antibatterico beta-lattamico (penicilline, monobattamici e carbapenemici).

Ceftazidima Almus può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Vi è una quantità limitata di dati sull'uso di ceftazidima in donne in stato di gravidanza.

Studi su animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti sulla gravidanza, lo sviluppo embrio/fetale, il parto o lo sviluppo post natale (vedere paragrafo 5.3).

Ceftazidima Almus deve essere prescritto a donne in stato di gravidanza solo se il beneficio supera il rischio.

Allattamento

La ceftazidima è escreta nel latte materno in piccole quantità ma alle dosi terapeutiche della ceftazidima non sono previsti effetti sui bambini allattati al seno. La ceftazidima può essere usata durante l'allattamento.

Fertilità

Nessun dato disponibile.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid-19, individuato un anticorpo monoclonale efficace per le varianti
Malattie infettive
06 settembre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, individuato un anticorpo monoclonale efficace per le varianti
Covid-19, quarantena, isolamento e ciclo vaccinale
Malattie infettive
05 settembre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, quarantena, isolamento e ciclo vaccinale
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia
Malattie infettive
03 settembre 2021
Speciale Coronavirus
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia