Colbiocin

09 agosto 2020

Colbiocin




Colbiocin è un farmaco a base di cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici. E' commercializzato in Italia da Polifarma S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina) e perchè si usa


Colbiocin è indicato negli adulti per il trattamento delle infezioni oculari esterne quali congiuntiviti batteriche, tracoma, blefariti, cheratiti batteriche, ulcere corneali, dacriocistiti.



Come usare Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Una o due gocce 3-4 volte al giorno o secondo prescrizione medica.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l'efficacia di Colbiocin nei bambini (età inferiore a 12 anni) e negli adolescenti (età compresa tra 12 e 18 anni) non sono state ancora stabilite. Non ci sono dati disponibili.

L'uso di Colbiocin in questa fascia di età non è raccomandato.

Modo di somministrazione

Per le istruzioni sulla ricostituzione del medicinale e la somministrazione vedere il paragrafo 6.6.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina)


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono disponibili dati sulla sicurezza d'impiego di Colbiocin in donne in gravidanza.

Gli studi sugli animali non indicano assorbimento sistemico apprezzabile dei principi attivi dopo somministrazione locale del medicinale (vedere paragrafo 5.3).

L'uso di Colbiocin durante la gravidanza non è raccomandato.

Allattamento

Non ci sono informazioni sufficienti sull'escrezione dei principi attivi di Colbiocin o dei loro metaboliti nel latte materno. Potenziali rischi per i neonati/lattanti non possono essere esclusi.

L'uso di Colbiocin durante l'allattamento non è raccomandato.



Quali sono gli effetti collaterali di Colbiocin (cloramfenicolo + colistimetato di sodio + rolitetraciclina)


La frequenza degli effetti indesiderati di seguito riportati è definita utilizzando le seguenti convenzioni:

comune (≥ 1/100, < 1/10); non comune (≥ 1/1.000, < 1/100); raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000); molto raro (< 1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Patologie dell'occhio

Molto rari:

  • irritazione oculare.
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Molto rari:

  • sensibilizzazione cutanea;
  • bruciore;
  • gonfiore;
  • prurito;
  • vescicole.
Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sito web dell'Agenzia Italiana del Farmaco all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube