Equimet

22 gennaio 2021

Equimet


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Equimet (oximetazolina cloridrato)


Equimet è un farmaco a base di oximetazolina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Decongestionanti. E' commercializzato in Italia da Tecnigen S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Equimet disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Equimet disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Equimet e perchè si usa


Decongestionante della mucosa nasale (libera il naso chiuso), specie in caso di raffreddore

Indicazioni: come usare Equimet, posologia, dosi e modo d'uso


Adulti e bambini oltre i 12 anni:

Uno spruzzo per narice ogni 6-12 ore, se necessario. Non superare i 4 giorni di trattamento salvo diversa indicazione del medico. Per l'uso togliere il cappuccio di plastica, introdurre l'estremità del flacone nella narice e premere con moto rapido e deciso, respirando profondamente con il naso. Non superare le dosi consigliate.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Equimet


Accertata ipersensibilità alla ossimetazolina o ad altri componenti del prodotto, ipertrofia prostatica, malattie cardiache ed ipertensione arteriosa grave.

Glaucoma, ipertiroidismo. Non somministrare durante e nelle due settimane successive a terapia con farmaci antidepressivi.

Il farmaco è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Equimet può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Impiegare con cautela nei primi mesi di gravidanza e durante l'allattamento, dopo aver valutato opportunamente il rapporto rischio/beneficio.

Quali sono gli effetti indesiderati di Equimet


Il prodotto può determinare localmente fenomeni di sensibilizzazione e congestione delle mucose di rimbalzo. Per rapido assorbimento dell'ossimetazolina attraverso le mucose infiammate, si possono verificare effetti sistemici, consistenti in ipertensione arteriosa, bradicardia riflessa, cefalea, disturbi della minzione. Occasionalmente si possono osservare irritazione e secchezza della gola e della bocca.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa