Ferritin Complex

18 settembre 2020

Ferritin Complex




Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato): Antianemici. A cosa serve Ferritin Complex, come si usa, controindicazioni, confezioni e formulazioni disponibili, foglietto illustrativo.

Ferritin Complex è un farmaco a base di sodio ferrigluconato + calcio folinato, appartenente al gruppo terapeutico Antianemici. E' commercializzato in Italia da Sofar S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato) e perchè si usa


Anemie sideropeniche e da carenza di folati (anemia della gravidanza, del puerperio e dell'allattamento)



Come usare Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato): posologia, dosi e modo d'uso


Un flaconcino due volte al dì, ai pasti.

- Modalità d'uso

Togliere la ghiera di chiusura e premere sul pistone superiore provocando la caduta del contenuto del tappo nella soluzione sottostante.

Agitare qualche minuto fino ad ottenerne la dissoluzione.

Il contenuto del flaconcino puo' così essere ingerito come tale o diluito ancora, a piacere, con acqua o con altri liquidi.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato)


Ipersensibilità individuale accertata verso i componenti.

Pancreatiti croniche. Anemie aplastiche, emolitiche e sideroacrestiche.

Emocromatosi.



Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Il preparato è specificamente indicato nelle situazioni di carenza di ferro e di folati durante la gravidanza e l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Ferritin Complex (sodio ferrigluconato + calcio folinato)


In analogia a tutti i preparati contenenti ferro, dosi eccessive per via orale possono determinare disturbi gastrointestinali (diarrea, pirosi, nausea, vomito). La somministrazione prolungata puo' provocare stipsi. Le feci possono assumere una colorazione scura, priva di significato patologico.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube