Hyalgan

19 gennaio 2021

Hyalgan


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Hyalgan (acido ialuronico sale sodico)


Hyalgan è un farmaco a base di acido ialuronico sale sodico, appartenente al gruppo terapeutico Cicatrizzanti. E' commercializzato in Italia da Fidia Farmaceutici S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Hyalgan disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Hyalgan disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Hyalgan e perchè si usa


Gonartrosi di lieve e media gravità.

Indicazioni: come usare Hyalgan, posologia, dosi e modo d'uso


In via orientativa, salvo diverso parere del medico, infiltrare per via intra-articolare una volta alla settimana 2 ml di HYALGAN (20 mg) per 5 settimane.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Hyalgan


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • anamnesi positiva per allergia alle proteine del pollo;
  • pazienti con gravi epatopatie.

Hyalgan può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Sebbene non siano emersi effetti embriotossici o teratogeni nella sperimentazione animale, l'uso del farmaco in gravidanza e durante l'allattamento è da riservarsi, a giudizio del medico, ai casi di assoluta necessità e dopo attenta valutazione degli eventuali rischi rispetto al beneficio atteso.

Quali sono gli effetti indesiderati di Hyalgan


Raramente sono state segnalate reazioni sul sito di iniezione, quali dolore, gonfiore/versamento, calore, rossore, prurito, sinovite. Generalmente, esse sono state di breve durata e si sono risolte spontaneamente entro pochi giorni ponendo l'arto a riposo e con l'applicazione di ghiaccio; solo sporadicamente esse hanno assunto caratteri di intensità e durata maggiori.

In presenza di segni oggettivi indicativi di una riacutizzazione del processo infiammatorio cronico sottostante, la somministrazione di acido ialuronico ha provocato, in rari casi, una esacerbazione del quadro clinico.

Estremamente rari i casi di infezione in sede intra-articolare (vedi sezione 4.4).

Sono stati riportati rarissimi casi di reazione sistemica da ipersensibilità (rash cutanei, orticaria, prurito) e solo eccezionalmente casi di anafilassi, nessuno con esito fatale.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa