Lento-Kalium

17 gennaio 2021

Lento-Kalium


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Lento-Kalium (potassio cloruro)


Lento-Kalium è un farmaco a base di potassio cloruro, appartenente al gruppo terapeutico Integratori minerali, Potassio. E' commercializzato in Italia da Teofarma

Confezioni e formulazioni di Lento-Kalium disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Lento-Kalium disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Lento-Kalium e perchè si usa


Trattamento della deplezione potassica e dell'intossicazione digitalica in pazienti con ipopotassiemia.

Alcalosi metabolica ipocloremica ed ipopotassiemica.

Lento-Kalium può essere utilmente somministrato nelle deficienze di potassio da:
  • uso prolungato o eccessivo di diuretici ipokaliemizzanti (tiazidici, ac. etacrinico, furosemide), specie in soggetti ipertesi, con insufficienza cardiaca congestizia, cirrosi epatica, sindrome nefrosica.
  • diarree croniche, abuso di lassativi, vomiti prolungati, stati di iperaldosteronismo con funzione renale normale.
  • trattamenti con corticosteroidi e ACTH.

Indicazioni: come usare Lento-Kalium, posologia, dosi e modo d'uso


Le dosi vanno stabilite individualmente. Di massima si consigliano 1-2 capsule da 600 mg due-tre volte al giorno o più a seconda del fabbisogno del paziente, da assumere preferibilmente a stomaco pieno.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Lento-Kalium


La somministrazione di KCl trova controindicazione assoluta nelle iperpotassiemie di varia genesi ed inoltre nell'insufficienza renale grave con oliguria o iperazotemia, nel m. di Addison non trattato, nella deidratazione acuta grave, nell'adinamia periodica ereditaria, nell'insufficienza surrenalica e nell'acidosi diabetica.

Un fattore di forte limitazione alla somministrazione di preparazioni solide di cloruro di potassio è inoltre rappresentato dalle condizioni di arresto o forte rallentamento del transito gastrointestinale.

Lento-Kalium può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nessuna controindicazione.

Quali sono gli effetti indesiderati di Lento-Kalium


Gli effetti collaterali conseguenti al trattamento orale con sali di potassio sono: nausea, vomito, disturbi addominali, diarrea; gli effetti più gravi: iperpotassiemia, emorragie, ostruzione e perforazione gastrointestinale. Data la particolare formulazione, Lento-Kalium solo eccezionalmente ed in particolari condizioni può dar luogo a tale sintomatologia; ciononostante è consigliabile anche per questo preparato l'assunzione a stomaco pieno.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa