Minidiab

10 aprile 2020

Minidiab




Minidiab è un farmaco a base di glipizide, appartenente al gruppo terapeutico Ipoglicemizzanti orali. E' commercializzato in Italia da Pfizer S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Minidiab (glipizide) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Minidiab (glipizide) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Minidiab (glipizide) e perchè si usa


Diabete mellito dell'adulto non controllabile con la sola dieta.



Come usare Minidiab (glipizide): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

La posologia va adattata al singolo paziente sulla base dei controlli periodici della glicosuria e della glicemia. In genere il compenso glicemico si ottiene con dosi giornaliere comprese tra 2,5 mg e 20 mg di Minidiab (½ - 4 compresse) frazionate in 2 o più somministrazioni immediatamente prima dei pasti principali.

Pazienti trattati per la prima volta:

Iniziare con ½ - 1 compressa al dì, eventualmente aumentare la dose fino a compenso raggiunto.

Pazienti già trattati con ipoglicemizzati orali:

Il dosaggio dipende dallo stato clinico-metabolico del paziente e dal trattamento precedente; anche in questo caso è consigliabile iniziare con bassi dosaggi aumentandoli gradatamente fino a compenso raggiunto. Procedere con cautela ed eventualmente lasciare trascorrere un opportuno periodo di tempo tra il termine del trattamento precedente e l'inizio del trattamento con Minidiab.

Pazienti in trattamento insulinico:

In alcuni casi Minidiab permette di ridurre il fabbisogno giornaliero di insulina, durante il primo periodo di trattamento è tuttavia necessario un frequente controllo dello stato glicemico del paziente.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Minidiab (glipizide)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Come le altre sulfaniluree Minidiab è controindicato: nel diabete insulino-dipendente, nel diabete chetoacidosico, nel coma e nel precoma diabetico, in caso di funzionalità renale o epatica gravemente compromesse, nell'insufficienza surrenalica. Nel diabete latente e negli stati prediabetici non è consigliabile l'uso delle sulfaniluree.



Minidiab (glipizide) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Negli studi sui ratti, la glipizide è risultata essere leggermente fetotossica. Nessun effetto teratogenico è stato rilevato negli studi sui topi e sui conigli.

Si sconsiglia la somministrazione della glipizide durante la gravidanza.

Allattamento

Nell'allattamento il farmaco deve essere prescritto solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico. Sebbene non sia noto se la glipizide venga escreta nel latte materno, alcune sulfaniluree sono note per essere escrete nel latte materno. Poiché l'ipoglicemia può potenzialmente verificarsi nei neonati, è necessario decidere se smettere di allattare o sospendere il farmaco, tenendo presente l'importanza del farmaco per la madre.

Se il farmaco viene sospeso e la sola dieta non è sufficiente a controllare il glucosio nel sangue, deve essere presa in considerazione una terapia a base di insulina.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube