Mirtilene Forte

24 giugno 2021

Mirtilene Forte


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Mirtilene Forte (mirtillo nero estratto idroalcoolico secco ad alto titolo)


Mirtilene Forte è un farmaco a base di mirtillo nero estratto idroalcoolico secco ad alto titolo, appartenente al gruppo terapeutico Capillaroprotettori. E' commercializzato in Italia da Polifarma S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Mirtilene Forte disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Mirtilene Forte disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Mirtilene Forte e perchè si usa


Stati di fragilità capillare.


Indicazioni: come usare Mirtilene Forte, posologia, dosi e modo d'uso


Tre capsule al dì o secondo prescrizione medica.


Controindicazioni: quando non dev'essere usato Mirtilene Forte


Ipersensibilità individuale verso i componenti del prodotto.


Mirtilene Forte può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


La sicurezza del farmaco in gravidanza non è stata determinata, pertanto è opportuno non somministrare il prodotto durante la gravidanza.


Quali sono gli effetti indesiderati di Mirtilene Forte


Il prodotto, utilizzato alle dosi consigliate, è in genere ben tollerato.


Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid-19, green pass scaricabile dal web
Malattie infettive
22 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, green pass scaricabile dal web
Covid, perdita di gusto e olfatto anche dopo un anno
Malattie infettive
20 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid, perdita di gusto e olfatto anche dopo un anno
Covid-19, vaccini: secondo Siaaic sono sicuri per i malati autoimmuni
Malattie infettive
15 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, vaccini: secondo Siaaic sono sicuri per i malati autoimmuni