Mycostatin

20 febbraio 2020

Mycostatin




Mycostatin è un farmaco a base di nistatina, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Substipharm Developpement.


Confezioni e formulazioni di Mycostatin (nistatina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Mycostatin (nistatina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Mycostatin (nistatina) e perchè si usa


MYCOSTATIN è indicato nei pazienti pediatrici (da 1 mese di età fino a 18 anni) e negli adulti (età maggiore a 18 anni):

  • per prevenire e trattare le infezioni candidosiche (moniliasiche) della cavità orale. MYCOSTATIN è indicato nei neonati (fino ad 1 mese di età):
  • per prevenire efficacemente la candidosi orale (mughetto) dei neonati, specie in quelli le cui madri presentavano colture positive del secreto vaginale.



Come usare Mycostatin (nistatina): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Prevenzione e trattamento delle infezioni candidosiche (moniliasiche) della cavità orale negli adulti (età maggiore a 18 anni)

La dose raccomandata è di 4-6 ml (400.000-600.000 Unità Internazionali, U.I.) quattro volte al giorno.

Ove lo si ritenga necessario, il dosaggio può anche essere aumentato.

Popolazione pediatrica

Prevenzione e trattamento delle infezioni candidosiche (moniliasiche) della cavità orale nei lattanti (da 1 mese di età fino a 2 anni)

La dose raccomandata è di 2 ml (pari a 200.000 U.I.), quattro volte al giorno.

Ove lo si ritenga necessario, il dosaggio può anche essere aumentato.

Prevenzione e trattamento delle infezioni candidosiche (moniliasiche) della cavità orale nei bambini e adolescenti (di età compresa tra 2 e 18 anni)

La dose raccomandata è di 4-6 ml (400.000-600.000 U.I.) quattro volte al giorno.

Ove lo si ritenga necessario, il dosaggio può anche essere aumentato.

Prevenzione della candidosi orale (mughetto) nei neonati (fino ad 1 mese di età)

La dose media raccomandata è di 1 ml una volta al giorno, istillato direttamente in bocca con il contagocce.

Metodo di somministrazione

Agitare bene prima dell'uso.

Il medicinale va somministrato ponendo metà dose in ciascun lato della bocca e mantenendola il più a lungo possibile prima di deglutirla.

Allo scopo di prevenire ricadute è consigliabile protrarre il trattamento per almeno 48 ore dopo la guarigione clinica.

Se i sintomi dovessero peggiorare o persistere (dopo 14 giorni di trattamento), il paziente deve sottoporsi al controllo del medico per la prescrizione di una terapia alternativa.




Controindicazioni: quando non dev'essere usato Mycostatin (nistatina)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Mycostatin (nistatina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza: non sono stati condotti studi sulla riproduzione animale con la nistatina. Non è stato stabilito se la nistatina possa causare danni al feto quando somministrata durante la gravidanza o se diminuisca la capacità riproduttiva. La nistatina dovrà essere somministrata in gravidanza solo se il potenziale beneficio per la madre è decisamente superiore al potenziale rischio per il feto.

Allattamento: non è stato stabilito se la nistatina è escreta nel latte materno. Nonostante l'assorbimento gastrointestinale sia insignificante, occorre cautela nel prescrivere la nistatina durante l'allattamento.




Mycostatin (nistatina) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube